Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan

Con questo lavoro ho voluto delineare le varie tappe dell'evoluzione della Central Intelligence Agency americana (il sistema dei servizi segreti statunitensi), dalle sue origini fino ai giorni nostri. Particolare attenzione è stata dedicata agli anni settanta, quelli della crisi delle istituzioni americane (lo scandalo del Watergate, l'operazione in Cile e la dittatura di Pinochet, lo scandalo dei Pentagon Papers...) con le presidenze tormentate di Nixon, Ford e Carter; e agli anni ottanta, gli anni della ripresa propagandistica delle operazioni della CIA grazie al grande carisma del presidente Reagan e alla volontà della Casa Bianca di ritornare ai fasti e ai successi (non solo della CIA) degli anni '50, quelli dell'accoppiata dei fratelli Dulles. A tutto questo ho affiancato l'analisi delle produzioni cinematografiche hollywoodiane dei periodi storici considerati per approfondire in maniera alternativa gli eventi storici che hanno visto la CIA protagonista. Mi sono quindi avvalso di fonti tradizionali e secondarie (storiografiche), fonti primarie (numerosi documenti ufficiali ricavati dagli archivi delle istituzioni americane) e di fonti di conoscenza alternative, sull'esempio dei "Cultural Studies" tipicamente americani. Tra i film analizzati vanno ricordati: "I tre giorni del Condor", "Tutti gli uomini del Presidente", " La conversazione", "Apocalypse now", "Missing", "SottoTiro", "Air America", "JFK", "Nixon - Gli intrighi del potere", "Gorky park", "Frantic", "Caccia ad Ottobre Rosso", oltre ovviamente ai film di Hitchcock, per quanto riguarda i periodi precedenti.
Lo scopo è stato quello di mettere in evidenza l’esistenza di un rapporto parallelo tra le varie fasi storiche della CIA e le interpretazioni date dal cinema.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. “E voi conoscerete la verità e la verità vi renderà liberi” 1 Giovanni, VIII, 32 (iscrizione scolpita nel marmo nell’atrio del quartier generale della CIA a Langley, Virginia) 2 Virginia, Langley, il quartier generale della CIA. Motto curioso per chi, istituzionalmente, deve operare sotto copertura, con azioni “sporche” e non sempre divulgabili, facendo sì che la verità sia qualcosa di manipolabile. Questo lavoro nasce dal desiderio di affiancare all’analisi storica più propriamente tradizionale altri aspetti, adatti ad integrare i documenti ufficiali e a fornire una visione più 1 V. MARCHETTI; J. D. MARKS, CIA, Culto e mistica del servizio segreto, Milano, Garzanti, 1975, cit.5 2 William COLBY; Peter FORBATH, La mia vita nella CIA, Milano, Mursia, 1996, p.350 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandro Manea Contatta »

Composta da 248 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4721 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.