Skip to content

Struttura e mercato del Commercio Equo e Solidale

Informazioni tesi

  Autore: Eliana Irato
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università Carlo Cattaneo - LIUC
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Rodolfo Helg
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 364

Scopo di questa tesi e’stato l’analisi economica di un fenomeno che, negli ultimi anni, ha conosciuto una profonda evoluzione, ma che ho voluto analizzare in termini di effettivo impatto sul sistema economico vigente, prescindendo da considerazioni di carattere etico. Nel primo capitolo ho formulato l’ipotesi su cui si regge il lavoro e che trovera’ una conferma o una smentita nel quarto ed ultimo capitolo: dopo gli insuccessi di molte politiche statali o pianificate da organismi sovranazionali, una terza via per risolvere i fallimenti del mercato e’ rappresentata dai cosiddetti approcci di tipo “bottom-up”, che partono, cioe’ dal basso, ovvero dalle persone. Il Commercio Equo e Solidale (CEeS) fa parte di quest’ultima categoria. Il secondo capitolo ha carattere descrittivo: dopo aver analizzato gli aspetti economici celati dietro la definizione “Commercio Equo e Solidale”, sono passata allo studio dei principi su cui si basa il movimento, ponendo particolare attenzione al più importante tra questi: il prezzo equo. Dall’analisi condotta, emerge che esso e’ottenuto grazie ad una precisa scelta del movimento: ridurre al minimo gli intermediari commerciali, per comprimere il prezzo finale del prodotto ed essere cosi’ in grado di elargire ai produttori svantaggiati una giusta remunerazione, che comprenda costi sociali, ambientali ed un surlpus da destinare alla realizzazione di opere a carattere sociale. Dal terzo capitolo, dedicato all’analisi dei soggetti interni al movimento equo, sono emersi due fattori molto importanti: la crescente professionalizzazione degli stessi, dimostrata soprattutto dall’ingresso dei prodotti equi nella grande distribuzione, ed il fatto che da uno studio sui consumatori e’emerso che la qualita’ rappresenta il principale elemento su cui essi basano le proprie scelte d’acquisto. Quest’ultimo aspetto ci indica qual e’ la strada che il CEeS dovrebbe percorrere in futuro. Il quarto ed ultimo capitolo e’ dedicato ad un’approfondita analisi del fenomeno equo nei paesi europei, in USA, Canada, Costa pacifica (Australia e Giappone) e nel nostro paese. L’analisi e’ volta a valutare l’impatto economico del CEeS, in termini di fatturati raggiunti dai diversi attori equi, ma anche a studiare le diverse caratteristiche che il fenomeno assume nei paesi esaminati. Al termine di tale analisi, si e’ giunti a dimostrare che il CEeS e’ tuttora un fenomeno di nicchia (rappresenta solo lo 0,01% delle transazioni internazionali ed ha raggiunto quote di mercato che in media si aggirano intorno al 2%), ma in crescita (in Europa a tassi che variano dal 10 al 25%). Attraverso un’analisi combinata dei dati sono infine arrivata a dimostrare che il futuro del movimento sta nella grande distribuzione, nella ulteriore professionalizzazione degli attori e nel definitivo abbandono della concezione, adottata in verita’ da una minoranza del movimento, ma ancora molto presente ad esempio nel nostro paese, per cui il ricorso a strumenti o soggetti propri del mercato tradizionale corrisponde ad un tradimento degli ideali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Introduzione “Fair Trade not Aid” è lo slogan che, al proprio interno, riassume tutti gli aspetti oggetto di approfondimento nei diversi capitoli di questa tesi, e che, nonostante la sua apparente semplicità, permette di cogliere l’enorme rivoluzione che il movimento del Commercio Equo ha generato nell’ambito della cooperazione allo sviluppo. Procediamo con ordine: il corrente sistema di mercato non collima, purtroppo, con l’ideale situazione di concorrenza perfetta. Molte delle ipotesi su cui si regge tale modello non corrispondono, infatti, alla realtà dei giorni nostri: il diverso potere contrattuale di cui sono dotati i paesi del Nord rispetto a quelli del Sud, ad esempio, impedisce al mercato di ricoprire il ruolo di ottimo allocatore delle risorse. Ciò si traduce nella presenza di circa 1,2 miliardi di persone costrette a vivere al di sotto della soglia di povertà e nella profonda disuguaglianza esistente tra paesi ricchi e paesi poveri. Per essere più precisi, come spiegato nel primo capitolo, negli ultimi anni la povertà si è sensibilmente ridotta e, di conseguenza, anche le persone che vivono al di sotto di tale soglia (dal 25 al 20%). Al contrario, invece, la disuguaglianza non accenna a diminuire: ciò deriva dal fatto che le popolazioni del Nord stanno vivendo un processo di arricchimento molto più veloce rispetto a quelle del Sud del Mondo. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

associazioni non profit
commercio
commercio alternativo
commercio equo
consumo critico
economia
economia internazionale
equo
fair trade
solidale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi