Skip to content

Internet e le pubblicazioni scientifiche. La Journals Crisis e la comunicazione tra scienziati

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Marzella
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Massimiano Bucchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 113

La circolazione del sapere tra scienziati è una condizione essenziale per l’esistenza del sistema scienza. Uno degli strumenti comunicativi più usati nell’ultimo secolo dagli scienziati è l’articolo scientifico pubblicato su di una rivista periodica specialistica dotata di peer review. Dalla seconda metà del 1970 in poi i prezzi per gli abbonamenti alle riviste cartacee sono aumentati in maniera più che proporzionale rispetto all’inflazione. Il crescere continuo dei prezzi delle riviste si è associato alla concentrazione delle testate editoriali in poche ed enormi case editrici. Questa situazione, chiamata comunemente Journals Crisis, ha creato una situazione di mercato privilegiata in cui la domanda, rappresentata principalmente dalle biblioteche e dagli istituti di ricerca, si trova costretta a subire gli aumenti di prezzo delle riviste il cui acquisto è essenziale per i ricercatori e per la ricerca. Le biblioteche hanno visto diminuire perciò il numero di testate acquistabili, dato il crescere continuo dei prezzi e del numero di pubblicazioni a fronte di una generale impossibilità ad aumentare i fondi.
Si è creata così una situazione di crisi che vede coinvolti sia gli scienziati, principali fruitori degli articoli scientifici, sia le biblioteche come organizzazioni elette nello svolgere il ruolo di acquisizione ed archiviazione del sapere scientifico in particolare.
A questa crisi si è tentato di porre rimedio con l’introduzione di un nuovo mezzo di comunicazione che permette di aumentare la velocità di comunicazione: il mezzo elettronico e la rete Internet in particolare.
Con la diffusione del mezzo elettronico sono nate numerose iniziative volte a superare la Journals Crisis. Gli argomenti di discussione legati alla Journals Crisis sono aumentati e si sono affinati col tempo, al pari delle iniziative promosse.
Tali iniziative sono state da noi riassunte in due filoni principali:
Il primo è definibile come Free Access, che si rifà al famoso archivio elettronico liberamente accessibile ArXiv ed ha come scopo l’archiviazione online di articoli scientifici. Altri archivi accessibili gratuitamente possono essere considerati PubMedCentral o BioMedCentral.
Il secondo filone consiste nella creazione di riviste scientifiche dotate di un formato solamente elettronico in modo da sfruttare l’economicità del mezzo.
Ma a fronte di questo cambiamento, qual è l’atteggiamento degli scienziati? Abbiamo condotto una serie di interviste in profondità a dodici ricercatori di Matematica e Fisica dell'università di Trento e un'analisi della letterature esistente per comprendere megli i possibli mutamenti futuri nella comunicazione tra scienziati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Con il presente lavoro si intendono affrontare i cambiamenti che investono le pratiche comunicative diffuse tra gli scienziati. Il particolare tipo di comunicazione che prenderemo in esame è quella che avviene tramite la pubblicazione scientifica, ed in particolare ci soffermeremo sul rapporto tra la diffusione delle nuove tecnologie legate ad Internet e gli articoli scientifici. Non cercheremo di formulare previsioni o di definire rapporti causali esplicativi dei mutamenti in atto, ma tenteremo di comprendere la situazione che si è delineata nell’ultimo decennio grazie alla diffusione sempre più ampia della Rete. Il primo capitolo sarà principalmente di carattere storico e delineerà i mutamenti avvenuti nel particolare ambito della comunicazione scientifica da noi preso in considerazione, ovvero le pubblicazioni scientifiche. Si cercherà di definire il concetto di pubblicazione scientifica per poi approfondire come si sia passati dal libro, come mezzo di comunicazione formale tra gli scienziati, all’articolo scientifico pubblicato su di una rivista scientifica specialistica. Si delineeranno poi, le dinamiche che hanno portato alla cosiddetta Journals Crisis, ovvero la crisi dell’editoria scientifica che si è sviluppata a partire dagli ultimi decenni del Novecento. Introdurremo le iniziative proposte e intraprese da ricercatori, istituti di ricerca e biblioteche, che puntando alle nuove tecnologie sono volte al superamento della crisi suddetta. Nel Secondo capitolo riassumeremo tali iniziative in due modelli principali: il modello chiamato Free Access, che ha come fondamento l’archiviazione online degli articoli scientifici, siano essi pubblicati o meno su di una rivista scientifica, in modo da rendere accessibile, a chiunque abbia la

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

archivi online
articoli scientifici
comunicazione
free access
laboratorio
open access
ricercatori
riviste scientifiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi