Skip to content

Le scelte pubbliche: un approccio fuzzy

Informazioni tesi

  Autore: Rosario Michele Pastore
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Massimo Salzano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 175

Tutti gli individui vivono la propria esistenza come una serie di scelte, piccole e grandi. Robinson Crusoe, sull’isola deserta, pone in essere le proprie scelte rendendole razionali, cioè, cercando il modo più efficace per soddisfare le proprie preferenze. La razionalità é qualcosa, quindi, che riguarda i mezzi e non i fini: questi sono i canoni della scelta individuale. Ad un tratto sull’isola però compare il fedele Venerdì, che insieme a Robinson deve imparare a ripartirsi le scarse risorse disponibili complicando inevitabilmente lo scenario dimostrando che la teoria delle scelte razionali può essere applicata anche al di fuori dei tradizionali confini dell’economia offrendo un’ampia visione su molti aspetti della realtà umana. Nelle SCELTE COLLETTIVE la decisione presa da alcuni vincola tutti gli altri: un gruppo di lavoratori che accetta determinate condizioni contrattuali vincola anche coloro i quali avrebbero preferito scioperare. La POLITICA è, per antonomasia, il regno delle scelte collettive la cui caratteristica, però, rimane in quanto spetta sempre all’autorità di governo di decidere. La politica possiede questa particolarità e può essere studiata anche con un approccio di tipo economico: questo importante campo di ricerca, in cui l’economia invade con i sui strumenti il campo della teoria politica e della sociologia, viene indicato come PUBLIC CHOICE. Il fallimento del mercato a causa della presenza di BENI PUBBLICI e il problema del FREE RIDER non sono dunque facilmente superabili. Resta pur vero che la scelta di quali e quanti beni pubblici produrre deve essere, è di fatto e storicamente, compiuta. L’istituto, che nella nostra società svolge questo ruolo, è il meccanismo del VOTO. Il problema che maggiormente ha colpito gli economisti e se, attraverso meccanismi di voto, sia possibile pervenire alla definizione di una funzione, che sia in grado di ordinare le diverse alternative sociali, rispettando principi etici di carattere generale, desiderabili per una società di tipo democratico. Lo studio delle caratteristiche dei meccanismi di votazione, che è stato coltivato anche in un passato molto lontano, evidenzia dei costi e l'ineguatezza a produrre degli impatti sul risultato finale delle elezioni: il PARADOSSO o dilemma DEL VOTO è idoneo quindi a scoraggiare l’operazione di voto. Essendo convinti del fatto che voto non produce alcun impatto sul risultato finale, le masse non trovano alcun coinvolgimento nelle vicende politiche e non trovano conveniente sostenere dei costi per venire a conoscenza degli affari politici.. ..........Il problema è che non c‘è alcun ritorno per equilibrare il costo dell'elettore di voto.
La ragione per la quale tutto ciò accade è che le ELEZIONI sono (per usare un termine dal mondo dei calcolatori) un EVENTO BINARIO. Il candidato è scelto oppure “No”. I paradossi del voto si manifestano nelle elezioni in cui ogni elettore ha solo un voto: l’elettore ha il dilemma se votare o meno. Alcuni dilemmi sociali, però, ammettono dei risultati SFUMATI e degli output variabili. Ecco perché sono in molti a ritenere che l’uso delle PREFERENZE PARZIALI, della logica fuzzy potrebbe portare a dei risultati migliori. Le pratiche con cui si affrontano i conflitti sociali assumono un significato diverso se vengono sviluppate con un approccio di tipo fuzzy: questo avviene in maniera particolare nei processi di group decision-making dove la logica fuzzy offre opzioni vitali per aggirare l’indecisione e i confronti e fornisce, pertanto, un metodo alternativo per capire l’incertezza che molto spesso caratterizza il sistema sociale. Nel mondo reale, quasi tutti gli oggetti fisici hanno caratteristiche che variano continuamente, non discretamente: questa è la ragione per cui il MONDO REALE è ANALOGICO, non digitale: ogni individuo prende una decisione basata su una curva di distribuzione di probabilità, nella propria mente, su cosa il termine vagamente formulato potrebbe significare. Operare con delle variabili e con l'artimetica fuzzy produce risultati altamente soddisfacenti: basta esprimere in termini vaghi le variabili ed avere modelli, anche tradizionali come quello dell'equilibrio economico generale, molto più vicini alla realtà.
Ciò può essere ricondotto anche ad un problema di voting, e conseguentemente di pubblic choice in dei contesti vaghi: ammettendo risposte espresse da numeri che stanno tra 0(=NO) e 1(=SI), gli elettori indecisi potrebbero riuscire ad esprimere le proprie incertezze ed esitazioni. IL RISULTATO: rivisitando i modelli di scelta collettiva classica con l'APPROCCIO COMPLESSO (LOGICA FUZZY, RETI NEURALI, ALGORITMI GENETICI, FRATTALI) si giunge ad una funzione di scelta SOCIALMENTE SODDISFACENTE.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione L’uomo è un animale politico Aristotele ”Il mare è l’acqua più pura e più impura: per i pesci essa è potabile e conserva la vita, per gli uomini è imbevibile ed esiziale” Eraclito “Alcuni sostengono che tutto quello che può essere fatto con la logica fuzzy può essere fatto anche con la teoria della probabilità. Questa affermazione è un caso speciale di quella più generale per cui tutto quello che può essere fatto con il metodo A si può fare con il metodo B. Un buon esempio di tale affermazione è il seguente: tutto ciò che si può mangiare col cucchiaio, per esempio una zuppa, lo si può mangiare con la forchetta. È vero. Il solo problema è che ci impieghi un sacco di tempo e puoi perdere la pazienza” Lofti A. Zadeh Lofti Zadeh, colui che ha formalizzato la logica fuzzy, si è sempre augurato che fosse applicata, principalmente, alle scienze economiche e sociali, prima che alle altre branche del sapere, in quanto proprio in questi ultimi si sarebbero avuti i risultati più sorprendenti. Ma all’inizio le cose non andarono così ed il mondo si accorse delle potenzialità dell’approccio fuzzy solo attraverso il successo commerciale dei prodotti giapponesi nel campo dell’elettronica di consumo. Il motivo: l’informalità di tale approccio:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

algebra fuzzy
beni pubblici - free ride
black-arrow saari
equilibrio di nash fuzzy - teoria dei giochi
fuzziology: scelte in contesti vaghi
fuzzy decision making
paradosso del voto
reti neurali - frattali
scelte collettive - public choice
sistemi elettorali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi