Skip to content

L'educazione contestualizzata in un caso di diparesi spastica

Informazioni tesi

  Autore: Giangabri Coletta
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in attività di sostegno nella scuola secondaria superiore
Anno: 2004
Docente/Relatore: Incoronata Pergola
Istituito da: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 26

L’esperienza di tirocinio è stato un modo per osservare come sia stata utilizzata l’educazione contestualizzata per un alunno certificato con difficoltà di tipo motorio.
L’ausilio dell’Insegnante di sostegno dell’Operatore USSL e del mezzo informatico hanno favorito il superamento dei problemi di apprendimento e l’inserimento.
L’Insegnante ha agito da mediatore tra i Docenti, gli operatori ASL, i compagni di classe e l’alunno stesso sfruttando l’entusiasmo e la predisposizione di questi verso l’uso del Computer.
La disabilità psicofisica è stata osservata dal punto di vista delle abilità residue che venivano sfruttate generando abilità superiori a quelle dei compagni di classe, in alcuni ambiti.
Dalla Diagnosi Funzionale e dal comportamento dell’alunno emergevano difficoltà percettive superate attraverso il mezzo informatico che, inoltre, rendeva capace l’allievo di creare percorsi autonomi d’apprendimento per se’ stesso e per i compagni di classe con la progettazione di lezioni utili per il recupero pomeridiano.
In questo modo si risolvevano anche le difficoltà di relazione con i compagni originate da una carenza di autostima rendendolo protagonista del suo percorso di studi, ma anche di quello altrui con una costruzione positiva di immagine autoreferenziale.
Il contesto classe è riuscito a motivare l’alunno rendendolo autonomo nell’apprendere, sicuro di sé, integrandolo pienamente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Alla conclusione del percorso formativo SOS 400 l‘esperienza di tirocinio è stata un esempio di educazione contestualizzata. Alla base dell‘insegnamento vi è la comunicazione che diviene strumento per l‘acquisizione di regole da parte dell‘alunno; comportamentali, di metodo di studio, di socializzazione, d’integrazione, di acquisizione di competenze. Di esse, però, lo studente ne acquisisce consapevolezza solo in parte perché lascia quesiti aperti. Occorre motivare alla conoscenza attraverso una educazione contestualizzata che renda concreti, attuali, i saperi perché da essi si creino competenze. La semplice cognizione dei contenuti è insufficiente perché privilegia il sapere sul saper fare. Condizione di autonomia è il saper fare. La comunicazione dev’essere applicata in situazione attraverso il mediatore tra lo scibile e le necessità di apprendimento dell’alunno. Nell’integrazione degli alunni certificati nella scuola è l’adulto l’asse portante in quanto, dal punto di vista culturale, i diversamente abili sono considerati meno capaci. L’apprendimento dell’individuo è influenzato dall’ambiente circostante e nel ridurre le distanze il Docente di Sostegno è fondamentale. Non abbiamo la cultura della diversità, la realtà induce a discriminare “ghettizzare” isolare, mentre sappiamo quanto sia importante comunicare per apprendere, condividere le conoscenze e le impressioni sui saperi acquisiti, conoscere differenti punti di vista. Affinché il disabile possa evolvere assieme al suo ambiente è necessario unire le strategie d’integrazione con un buon rapporto Ussl, mondo del lavoro. La scarsa comunicazione tra questi soggetti e tra il soggetto interessato e il suo ambiente riduce i processi di crescita. La contestualizzazione dell’educazione dipende anche dall’interagire di un complesso di soggetti tra cui il Docente di sostegno, ma anche gli altri su elencati che devono comunicare tra loro e, indirettamente, con l’alunno attraverso i risultati di un dialogo proficuo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi