Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Internazionalizzazione dei distretti industriali. L'abbigliamento nella Valle del Liri

Con il presente lavoro mi sono proposto di analizzare il grado di internazionalizzazione dei distretti industriali italiani ed in particolare mi sono soffermato ad indagare sulle caratteristiche del distretto della Valle del Liri.
Il motivo che mi ha spinto a studiare questo argomento è scaturito, non solo dall’interesse per la materia di studio, ma anche dal fatto che la situazione relativa al distretto della Valle del Liri stava suscitando un interesse crescente in vista del riconoscimento ufficiale da parte della Regione Lazio, avvenuto poi solo nel Febbraio del 2003.
IL MODELLO DISTRETTO Prima di entrare nello specifico ho ritenuto necessario evidenziare alcuni elementi che spiegano in quale contesto si inserisce il neonato distretto e quali sono le motivazioni per cui i distretti industriali italiani sono diventati casi di studio presso le maggiori università mondiali.
I distretti industriali rappresentano strutture produttive particolari, che fondono soluzioni tecniche ed organizzative avanzate con la tradizione artigiana.
SMI Tra i settori manifatturieri, l’’industria dell’ abbigliamento è unica, ricca di vitalità, innovativa e leader nel mondo.
Il successo del sistema moda italiano è favorito non solo una forte specializzazione produttiva ed una intensa cooperazione tra le differenti imprese ma anche una concentrazione di risorse umane che generano nel territorio un meccanismo di crescita sostenuto dal continuo scambio delle informazioni e dal saper fare che si tramanda da generazione in generazione.
ORIGINE DEL D.I. E’ proprio dalle conoscenze del passato che è nato il distretto della Valle del Liri. Infatti, nel 1970 la crisi industriale della Bassetti, una grande impresa di abbigliamento situata tra le due cittadine di Isola del Liri e Sora, determinò il riversarsi sul mercato del lavoro di tutte quelle maestranze che avevano ottime capacità tecniche di confezione che, non trovando lavoro, iniziarono a comprare macchine da cucire, assunsero manodopera e cominciarono a fare abbigliamento su misura nelle loro abitazioni. Così, gli ex dipendenti della Bassetti, favoriti dal mercato in forte espansione, diventarono piccoli imprenditori.
La nascita del distretto nella Valle del Liri avviene, dunque, in modo casuale, sporadico e un po’ improvvisato seguendo un percorso simile a quello dei più famosi distretti del nord-est Italia.
COLLOCAZIONE GEOGRAFICA Il distretto comprende 20 comuni della Provincia di Frosinone, collocati nell’area compresa tra i Monti Ernici ed il Parco Nazionale d’Abruzzo. Il territorio distrettuale si estende a sud-est nella Valle di Comino, allungandosi fino ai comuni situati alla periferia del cassinate, mentre nella zona ovest tocca i comuni di Veroli e Boville.
COMPOSIZIONE Il distretto attualmente occupa circa 2000 addetti, ripartiti in 194 imprese, di cui oltre il 34% sono concentrate nel comune di Sora; La dimensione media è di 10.3 addetti per impresa, il che è una dimensione di tutto rispetto per il territorio e per il settore di appartenenza.
SPECIALIZZAZIONE PRODUTTIVA Le aziende localizzate nel distretto sono specializzate nella confezione di capi di abbigliamento esterno donna, infatti, gonne, giacche, tailleur sono i capi maggiormente realizzati, ma l’area distrettuale copre un interessate filiera che abbraccia anche produzioni di articoli di maglieria, camiceria e abbigliamento sportivo, realizzati utilizzando materiali non di propria produzione.
TIPOLOGIA DI PRODUZIONE Il 40% delle imprese ha una natura contoterzista e quindi produce semilavorati e prodotti finiti su specifiche richieste tecniche del committente; il modo in cui viene effettuata la produzione dipende proprio dal tipo di commessa che le imprese ricevono; in tal senso si distingue il Pronto Moda dal Programmato.
Nel Pronto Moda i committenti sono imprese commerciali, che richiedono al terzista la produzione seguendo la dinamicità e gli impulsi del mercato; tali imprese non potendo programmare la produzione e dovendo produrre in tempi rapidi capi con caratteristiche sempre diverse, devono far leva sull’abilità e sull’elevata flessibilità delle maestranze.
Nel Programmato, invece, i committenti sono grandi imprese industriali che programmano la produzione per tempo.
Lavorando su questo tipo di commesse i terzisti della Valle del Liri sfruttano appieno le loro capacità, possono investire nella ricerca, nel design e nel personale e quindi offrono un prodotto di alta qualità.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Relazione tesi Con il presente lavoro mi sono proposto di analizzare il grado di internazionalizzazione dei distretti industriali italiani ed in particolare mi sono soffermato ad indagare sulle caratteristiche del distretto della Valle del Liri. Il motivo che mi ha spinto a studiare questo argomento è scaturito, non solo dall’interesse per la materia di studio, ma anche dal fatto che la situazione relativa al distretto della Valle del Liri stava suscitando un interesse crescente in vista del riconoscimento ufficiale da parte della Regione Lazio, avvenuto poi solo nel Febbraio del 2003. Prima di entrare nello specifico ho ritenuto necessario richiamare sinteticamente la teoria sui distretti industriali per comprendere tutti gli elementi che hanno determinato il successo delle realtà distrettuali italiane nel mondo. LUCIDO 1 Dagli ultimi dati rilevati sulle performance dei distretti industriali, l’Italia risulta protagonista sui mercati internazionali; infatti, come si evidenzia da queste tabelle, l’incidenza percentuale dell’export sul fatturato nei vari settori produttivi risulta elevata e crescente; in questo contesto la dipendenza dalle esportazioni rimane predominante per il calzaturiero, estrazione e lavorazione dei metalli e tessile. Osservando, invece, la tabella in basso in cui si riporta una graduatoria stilata in base alla propensione all’export dei singoli distretti, notiamo che il distretto del marmo dei Monti Ausoni si attesta in seconda posizione registrando nel 2000 una % di esportazione sul fatturato pari al 90%. Per inquadrare la situazione economica in cui risulta inserito il distretto della Valle del Liri ho approfondito lo studio sul settore Tessile Abbigliamento.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Bruno Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9154 click dal 22/12/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.