Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La cooperazione penale internazionale: profili di diritto sostanziale

Il fenomeno della cooperazione internazionale in materia penale si è enormemente sviluppato nell'ultimo decennio con notevole impatto sul diritto nazionale. In primo luogo la ricerca si è incentrata sui rapporti tra il diritto dell'UE e il diritto penale italiano con particolare attenzione agli istituti dell'estradizione, del mandato d'arresto europeo e delle rogatorie. Un esame approfondito è stato dedicato al "Corpus Juris", possibile embrione di un codice penale europeo, nei suoi legami con alcuni istituti del diritto penale nazionale. Nella terza parte dell'opera l'attenzione si è incentrata sulla Convenzione contro la criminalità organizzata transnazionale: strumento innovativo di contrasto globale alla grande criminalità.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 5. Il “Corpus Juris”. Il settore della lotta contro le frodi comunitarie e, più in generale, contro gli illeciti lesivi del bilancio delle Comunità è stato oggetto di un attento studio da parte della dottrina penalistica di numerosi Stati europei al fine di esaminare i vari approcci nazionali alla lotta contro le frodi, la truffa, la corruzione e di trovare la strada per giungere a soluzioni uniformi o il più armonizzate possibile. E’ così che già nel 1991 fu lanciato, su iniziativa del Consiglio e della Commissione, un progetto di studio comparato sulla legge applicabile alla frode comunitaria nei vari Stati membri per trovare le basi utili ad un’armonizzazione normativa. E’ però negli anni 1995- 96 che numerosi studiosi di nazionalità diverse, sotto la direzione della Professoressa Mireille Delmas- Marty, giungono alla redazione di un ambizioso progetto, subito denominato “Corpus Juris” contenente disposizioni penali per la tutela degli interessi finanziari dell’Unione Europea 1 . 1 A. PERDUCA, Corpus Juris e tendenze della politica penale dell’Unione Europea, Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, 1999, p. 483 ss.; G. DONÀ, Towards an European Judicial Area? A Corpus Juris introducing provisions for the purpose of the protection of the financial interests of the European Union, European Journal of crime, criminal law and criminal justice, n. 3, 1998, p. 282 ss; Cfr. altresì le raccolte di saggi sull’argomento, L. PICOTTI ( a cura di), Possibiltà e limiti di un diritto penale dell’Unione Europea, Milano, 1999; G. GRASSO ( a cura di), Prospettive di un diritto penale europeo, Milano, 1998. Il testo del progetto, in italiano, è contenuto, insieme alla relazione esplicativa sui singoli articoli, in Verso uno spazio giudiziario europeo cit.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Massimo Pietrini Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6671 click dal 29/06/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.