Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il responsabile del procedimento amministrativo

La figura del responsabile del procedimento amministrativo secondo il disposto della legge n. 241 del 1990 (artt. 4-6).

Mostra/Nascondi contenuto.
II Introduzione La legge 7 agosto 1990, n. 241 "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi" dedica il capo II (artt. 4-6) ad un profilo di massima rilevanza ai fini della trasparenza ed efficienza dell'azione amministrativa. Esso prevede la disciplina di una delle più importanti novità introdotte dalla legge sul procedimento amministrativo, ossia della figura del responsabile del procedimento 1 . Pur rappresentando in apparenza un'assoluta novità del nostro ordinamento, le nuove disposizioni mirano a dare concreta attuazione ai principi fondamentali sull'organizzazione e sull'attività della pubblica amministrazione enunciati nella sezione II del titolo III della Costituzione. Nello specifico, infatti, la dottrina ha ravvisato nell'art. 97 della Costituzione 2 il fondamento costituzionale dell'istituto del responsabile del procedimento. Secondo la dottrina l'art. 97 è una disposizione che deve essere esaminata unitariamente, essendo strettamente collegati il primo e il secondo comma. Il precetto costituzionale pone una correlazione diretta tra organizzazione dei pubblici uffici e principi di imparzialità e buon andamento, e stabilisce quindi un vincolo preciso in tema di organizzazione amministrativa 3 . 1 M.A. Sandulli, Responsabile del procedimento, in Procedimento amministrativo e diritto di accesso ai documenti, a cura di V. Italia e M. Bassani, Milano, Giuffrè, 1995, pp. 92-95. 2 Art. 97 commi 1 e 2 della Costituzione: "I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione. Nell'ordinamento degli uffici sono determinate le sfere di competenza, le attribuzioni e le responsabilità proprie dei funzionari". 3 M. Sica, Il responsabile del procedimento amministrativo, Milano, Giuffrè, 1992, pp. 67-69. La P.A. è tenuta far sì che l'organizzazione sia idonea ad assicurare l'attuazione dell'art. 97 Cost. Pertanto la scelta del modello organizzativo non è indifferente.

Tesi di Master

Autore: Claudio Carrino Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16238 click dal 28/06/2004.

 

Consultata integralmente 53 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.