Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Bilancio Comunale. Aspetti giuridici, economici e finanziari

La tesi è articolata in 6 parti:

PARTE I: Ordinamento istituzionale. Vengono richiamate le norme che regolano l’ente locale “Comune”.
PARTE II: Principi generali in materia di finanza propria e derivata. Si analizzano i principi che regolano l’ordinamento finanziario e contabile fino ad arrivare all’approvazione dei modelli e schemi di bilancio.
PARTE III: Ordinamento finanziario e contabile: Principi e strutture di bilancio. Vengono presi in esame i principi contabili, le caratteristiche del bilancio e le relative competenze in materia.
PARTE IV: Gestione del bilancio. Si analizzano le singole fasi di entrata e di spesa, i residui nonché le modalità di utilizzo.
PARTE V: Ordinamento finanziario e contabile: Fonti di finanziamento e di pagamento. Si analizzano le singole voci di bilancio.
PARTE VI: Schemi di bilancio comunale. Vengono riportati alcuni schemi di bilancio (conto di bilancio, conto economico, conto patrimoniale) e l’analisi per indici.

L’opera vuole essere un punto di raccordo tra i principi giuridici e quelli contabili in materia di bilancio comunale, nonché un documento di supporto per l’analisi e l’interpretazione (anche politica) dei dai di bilancio.

Mostra/Nascondi contenuto.
Il Bilancio Comunale – Aspetti giuridici, economici e finanziari 1 PREFAZIONE Il Comune è l'ente locale che provvede alla tutela e allo sviluppo degli interessi della collettività presente nel proprio territorio. Le scelte programmatiche finalizzate al raggiungimento di tali obiettivi, vengono riassunte nei documenti di bilancio, che fotografano da un lato il quadro delle risorse disponibili, e dall'altro il loro impiego. Il bilancio di un Comune non é un documento di semplicemente contabilità: è un atto politico espressione della manifestazione della volontà amministrativa dell’ente locale comune. Nel corso degli ultimo anni, il ruolo del Comune ha assunto un maggior peso nell’ambito della politica locale, soprattutto grazie al crescente decentramento delle funzioni dello Stato. Il comune concorre alla determinazione degli obiettivi contenuti nei piani e programmi dello Stato e delle regioni e provvedono, per quanto di propria competenza, alla loro specificazione ed attuazione. Gli enti locali deliberano annualmente il bilancio di previsione finanziario redatto in termini di competenza, per l'anno successivo, osservando i principi di unità, annualità, universalità ed integrità, veridicità, pareggio finanziario e pubblicità. La situazione corrente non può presentare un disavanzo. Il totale delle entrate finanzia indistintamente il totale delle spese, salvo le eccezioni di legge. L'unità temporale della gestione è l'anno finanziario, che inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre dello stesso anno; dopo tale termine non possono più effettuarsi accertamenti di entrate e impegni di spesa in conto dell'esercizio scaduto.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Maniscalco Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14972 click dal 06/07/2004.

 

Consultata integralmente 33 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.