Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cronaca e tecnologia Cinquant’anni di informazione televisiva in Italia

Questa tesi esamina come l’informazione giornalistica nella televisione italiana si sia trasformata in funzione delle tecnologie disponibili dagli anni cinquanta ad oggi, partendo dal punto di vista dei “produttori di notizie”, ovvero giornalisti, cameramen, montatori.
Vengono descritti i principali sistemi di ripresa e di videoregistrazione, a partire dalla pellicola fino ai moderni sistemi digitali ed a Internet.
Una parte della tesi è riservata alle teorie sulla comunicazione ed alla trattazione teorica del rapporto tra l’informazione televisiva e la tecnologia.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. Introduzione 1.1 L’evoluzione tecnologica e la comunicazione Nella produzione televisiva e, più generalmente, in ogni branca della comunicazione, si possono ritrovare due posizioni particolari e, per alcuni aspetti, estremistiche: la prima può essere riassunta nella seguente affermazione: “Ciò che conta sono le idee, la tecnologia ne è un effetto”. La seconda posizione, invece, afferma: “I mezzi disponibili sono la cosa più importante; le idee ne sono la conseguenza”. Entrambe, tuttavia, riconoscono implicitamente che esiste un rapporto tra ciò che viene espresso ed i mezzi impiegati per comunicarlo. Le macchine sono quindi necessarie per la comunicazione, 1 ma il rapporto che le persone vivono con le macchine stesse è spesso mediato sia dall’organizzazione sociale, sia dalla cultura veicolata dalle varie istituzioni, principalmente la scuola. Seguendo l’affermazione di Arthur C. Clarke, scienziato, divulgatore scientifico e scrittore di fantascienza: 2 “Ogni tecnologia sufficientemente evoluta è indistinguibile dalla magia”, senza una cultura scientifica diffusa socialmente le invenzioni nel campo tecnico possono apparire misteriose, “magiche”, appunto. Scrive Ugo Volli nel Manuale di semiotica: Bisogna considerare che per moltissime conoscenze, ci fidiamo semplicemente della nostra enciclopedia. Chi di noi ha davvero le prove dell’esistenza di Napoleone, della bomba atomica, o delle isole Fiji, del motore elettrico nella locomotiva del treno su cui viaggiamo? Difficilmente qualcuno ha visto questi oggetti o ha esaminato le prove della loro esistenza o funzionamento. Ci fidiamo della nostra conoscenza di sfondo o enciclopedia, perché senza questa fiducia non potremmo letteralmente vivere. 1 Si può ritenere che anche il sistema fisiologico composto dai polmoni, dalla laringe e dalla bocca sia una “macchina”, comandata dal cervello, per l’emissione della voce. 2 Clarke è stato, tra l’altro, autore del romanzo 2001: Odissea nello spazio e collaboratore di Stanley Kubrick per la sceneggiatura dell’omonimo film.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Diego Zipponi Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1821 click dal 09/07/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.