Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Meccanismi molecolari coinvolti nel differenziamento neuronale indotto da Acido retinoico nella linea cellulare di neuroblastoma umano SH-SY5Y

Una letteratura sempre più interessata circa il ruolo di due MAPK, ERK1 e ERK2, nei diversi processi cellulari ha indirizzato il nostro lavoro a valutare l’attivazione di queste molecole nel corso del differenziamento nervoso nella linea cellulare di neuroblastoma umano SHSY5Y (cellule che rappresentano un ottimo modello simil-nervoso), utilizzando l’acido retinoico come agente differenziativo.
Il primo passo è stato quello di valutare la fosforilazione e quindi l’attivazione di ERK1 e ERK2 in seguito a trattamento con acido retinoico, analizzando sia la durata che l’andamento nel tempo di tale attivazione; successivamente si è verificata la relazione esistente tra la concentrazione di acido retinoico impiegata e l’entità della fosforilazione di ERK1 e ERK2.
Allo scopo di individuare le molecole e le vie metaboliche coinvolte nella cascata enzimatica responsabile della fosforilazione di ERK1 e ERK2 indotta da acido retinoico, è stata analizzata l’attivazione di diverse molecole implicate in importanti meccanismi cellulari, sia valutandone lo stato di fosforilazione che mediante l’uso di inibitori specifici.
Gli inibitori PD98059 e U0126 sono stati impiegati per verificare se la fosforilazione di ERK1 e ERK2 ottenuta con acido retinoico, fosse dipendente dall’attività di MEK, enzima unico nel suo genere, responsabile dell’attivazione di ERK1 e ERK2 nel trattamento con fattori di crescita.
MEK, in generale, può essere attivato da diverse protein chinasi, tra cui Raf e PKC. Il coinvolgimento di due isoforme dell’enzima Raf (Raf-1 e B-Raf), in seguito a trattamento con acido retinoico delle cellule SHSY5Y, è stato verificato per mezzo di anticorpi specifici nel riconoscere ciascuna delle due isoforme; mentre in presenza dell’inibitore specifico per la PKC, GF109203X, si è esaminata la fosforilazione sia di MEK che di ERK1 e ERK2.
L’attivazione di MEK, ERK1 e ERK2 è stata osservata anche in seguito a trattamento con Wortmannina, inibitore selettivo del PI3K, enzima in grado di attivare la PKC.
Infine sono stati valutati la localizzazione intracellulare di ERK1 e ERK2 una volta attivate con acido retinoico e il ruolo dell’attivazione di queste molecole nel differenziamento neuronale delle cellule di neuroblastoma umano SHSY5Y: utilizzando l’allungamento del neurite come indicatore per l’avvenuto differenziamento, si è determinata la percentuale di cellule differenziate dopo 24h di trattamento con acido retinoico in presenza di specifici inibitori della fosforilazione delle chinasi studiate.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 SCOPO DEL LAVORO Una letterarura sempre più interessata circa il ruolo di due MAPK, ERK1 e ERK2, nei diversi processi cellulari ha indirizzato il nostro lavoro a valutare l’attivazione di queste molecole nel corso del differenziamento nervoso nella linea cellulare di neuroblastoma umano SHSY5Y (cellule che rappresentano un ottimo modello simil-nervoso), utilizzando l’acido retinoico come agente differenziativo. Il primo passo è stato quello di valutare la fosforilazione e quindi l’attivazione di ERK1 e ERK2 in seguito a trattamento con acido retinoico, analizzando sia la durata che l’andamento nel tempo di tale attivazione; successivamente si è verificata la relazione esistente tra la concentrazione di acido retinoico impiegata e l’entità della fosforilazione di ERK1 e ERK2. Allo scopo di individuare le molecole e le vie metaboliche coinvolte nella cascata enzimatica responsabile della fosforilazione di ERK1 e ERK2 indotta da acido retinoico, è stata analizzata l’attivazione di diverse molecole implicate in importanti meccanismi cellulari, sia valutandone lo stato di fosforilazione che mediante l’uso di inibitori specifici. Gli inibitori PD98059 e U0126 sono stati impiegati per verificare se la fosforilazione di ERK1 e ERK2 ottenuta con acido retinoico, fosse dipendente dall’attività di MEK, enzima unico nel suo genere, responsabile dell’attivazione di ERK1 e ERK2 nel trattamento con fattori di crescita. MEK, in generale, può essere attivato da diverse protein chinasi, tra cui Raf e PKC. Il coinvolgimento di due isoforme dell’enzima Raf (Raf-1 e B-Raf), in seguito a trattamento con acido retinoico delle cellule SHSY5Y, è stato verificato per mezzo di anticorpi specifici nel riconoscere ciascuna delle due isoforme; mentre in presenza dell’inibitore specifico per la PKC, GF109203X, si è esaminata la fosforilazione sia di MEK che di ERK1 e ERK2.

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Marco Crimi Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5697 click dal 16/07/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.