Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione delle piattaforme tecnologiche per l'eLearning: uno sguardo al mondo open source

Lo studio che ho svolto si è proposto di indagare un ambito specifico dell’eLearning, ovvero le piattaforme tecnologiche che permettono la creazione e la gestione di un corso di formazione a distanza. È’ infatti possibile trovare un’ampia gamma di piattaforme tecnologiche disponibili sul mercato, ma non è sempre così semplice scegliere la più adatta alle proprie esigenze. Per questo motivo mi sono concentrata sui metodi di valutazione delle stesse, ovvero sui modelli che sono stati creati sino ad ora per analizzare nei dettagli gli strumenti di gestione dell’apprendimento.
Questa ricerca è partita da una presentazione delle piattaforme tecnologiche per l’eLearning, suddivise tra Learning Management System e Learning Content Management System, per poi passare ad uno studio approfondito dei modelli di valutazione delle piattaforme stilati a partire dagli anni ’90, che ha permesso di comprendere la difficoltà insita nella definizione di un modello oggettivo e completo, dotato di una struttura organica.
A questo scopo si è deciso di elaborare un nuovo strumento di valutazione delle piattaforme tecnologiche in grado di integrare le manchevolezze degli altri sistemi, grazie alla forte attenzione posta alla sua completezza e all’organicità della sua struttura. La novità di tale sistema di valutazione sta nell’integrazione che esso compie tra gli aspetti più generali della piattaforma, le sue funzionalità e i suoi criteri di valutazione che ne garantiscono un’analisi trasversale.
Questo nuovo modello di analisi è stato diviso in tre stadi, ai quali fa seguito una valutazione finale, spesso mancante in altri modelli di valutazione, e, dove possibile, può essere compiuta anche una valutazione comparativa.
Al termine della definizione di questo sistema, esso è stato applicato a quattro sistemi di gestione dell’apprendimento open source, nel tentativo di provarne la validità. L’applicazione del modello ha richiesto un lungo lavoro di installazione delle piattaforme tecnologiche e di utilizzo molto approfondito, tanto da poter rispondere alla griglia di valutazione del modello in maniera precisa ed esaustiva.
Un ulteriore aspetto innovativo di questa ricerca concerne l’analisi dei concetti di Learning Management System e di Learning Content Management System: lo studio approfondito condotto sulle quattro piattaforme selezionate ha consentito di mettere in dubbio la reale distinzione esistente tra questi due termini, poiché si ritiene che non sia possibile parlare di sistemi di gestione dell’apprendimento che non siano in relazione con il problema dei contenuti.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE 6 INTRODUZIONE Lo sforzo della moderna tecnologia informatica in campo didattico ha prodotto negli anni recenti uno strumento metodologico straordinariamente innovativo che sta aprendo frontiere insperate negli scorsi decenni: l’eLearning. La ricchezza di prospettive che questo nuovo strumento dischiude sta destando un interesse crescente sia da parte dei media, sia del personale impegnato nel campo dell’insegnamento, oltre che da parte di chi si occupa più prettamente di tecnologia. Si nota inoltre, come si avrà modo di approfondire, che anche la legislazione nazionale registra il fenomeno e ne riconosce concretamente l’importanza, avendo attuato appositi interventi legislativi a sostegno. L’eLearning, infatti, non costituisce soltanto una forma alternativa di apprendimento, bensì una modalità, economica ed estremamente efficace, di integrazione dei metodi di formazione tradizionali, ovvero un utile supporto alla classica formazione in presenza. Va tuttavia precisato che l’eLearning è un fenomeno complesso che non si limita alla semplice formazione attraverso il Web. Esso ha portato, e porta ogni giorno, ad un mutamento del concetto stesso di formazione, oltre che alla continua revisione dei metodi classici di insegnamento. Si avvale di strumenti di comunicazione all’avanguardia, sincroni e asincroni, di materiale didattico fruibile direttamente in Rete e permette di produrre prove di valutazione che possono essere differenziate e personalizzabili. Non di ultima importanza: dà vita ad un vero e proprio, quanto singolare, ambiente di apprendimento in forma virtuale. Ne discende, come logica conseguenza, che siano mutate anche le figure professionali che ruotano nell’ambito della formazione: non più soltanto docenti, ma anche esperti di informatica, esperti di materia, tutor didattici e tutor tecnologici.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Chantal Gallesi Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3238 click dal 24/09/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.