Skip to content

Complementazione della mutazione hisBp di Streptomyces coelicolor A3(2)

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Monaco
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Biologiche
  Relatore: Anna Maria Puglia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

Gli studi sul differenziamento e sulla produzione di antibiotici si basano in gran parte sulla comprensione degli aspetti caratteristici della biologia di Streptomyces; da ciò si deduce che tali studi richiedano un approfondimento delle osservazioni relative alle funzioni di base. Infatti la regolazione di funzioni specifiche può essere interpretata come variazione di un modello applicabile a circostanze più generali. Lo studio di una funzione fondamentale quale è il metabolismo primario, può offrire utili acquisizioni in tal senso. Inoltre gli amminoacidi (sia naturali che non proteinogenici) o intermedi nei loro pathway sono frequentemente precursori di importanti metaboliti secondari. Nei batteri enterici la biosintesi degli amminoacidi è generalmente regolata in maniera precisa. Lo stessi tipo di regolazione non è stata osservata nel genere Streptomyces dove l’espressione dei geni coinvolti nella biosintesi degli amminoacidi sembra essere costitutiva. Un aumento nella sintesi di un amminoacido precursore di un metabolita secondario generalmente ha come risultato, non la repressione dei geni coinvolti nella biosintesi dell’amminoacido ma in una maggiore sintesi di un metabolita secondario; per questo motivo la sintesi dei metaboliti secondari costituisce un “sink” nella sovrespressione di un determinato amminoacido. Sebbene diversi aspetti del metabolismo primario siano stati studiati in dettaglio gli studi sul metabolismo degli amminoacidi sono meno comuni.
In S. coelicolor A3(2) il gene hisBp codifica un enzima, l’istidinol fosfato fosfatasi, che interviene in una delle tappe conclusive della biosintesi dell’amminoacido istidina. Questo gene, in quanto operante nell’ambito del metabolismo primario, è stato da me scelto come oggetto di studio.
Un ulteriore spinta verso questo tipo di ricerche deriva dalla costatazione che, come già detto, i dati bibliografici relativi al metabolismo primario di Streptomyces riguardano quasi esclusivamente geni codificanti enzimi catabolici, mentre sono scarse le informazioni sui geni e sui regolatori delle vie biosintetiche degli amminoacidi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Caratteristiche generali degli Sreptomiceti Gli Streptomiceti sono batteri Gram positivi del suolo a crescita filamentosa appartenenti all’ordine degli Actinomycetales. L’importanza di questo genere di microrganismi è indubbia nel campo dell’industria farmaceutica in quanto produttori di una serie di metaboliti secondari utilizzati dall’uomo come antibiotici, antitumorali, antielmintici, immunosoppressori ed antifungini. Altri metaboliti vengono inoltre utilizzati nel campo dell’agricoltura in quanto stimolatori della crescita, antiparassitari ed erbicidi. La colonia di uno streptomicete, su terreno solido, mostra una ben definita organizzazione di cellule differenziate che seguono vie, ruoli e destini diversi formando veri e propri “tessuti” (Fig. 1). In una colonia si distinguono: 1. il micelio vegetativo (o micelio substrato) formato da ife che penetrano nel substrato e che conferiscono un aspetto traslucido alla coltura; 2. il micelio aereo, riconoscibile come uno strato opaco superficiale; 3. le spore, formate dalla parte distale delle ife aeree, che formano una patina grigiastra sulla colonia. La colonia si origina dalla germinazione di una spora unigenomica (Fig. 2) dalla quale si sviluppano inizialmente le ife che penetrano nel substrato andando a costituire il micelio vegetativo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

actinomycetales
attinomiceti
banca
genetica
genomica
microbiologia
molecolare
vettore

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi