Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Eye-deology, teorie di architettura effimera

eye /aI: occhio
I. in relazione alla sua natura e alle sue funzioni anatomiche e fisiologiche: organo della vista, diversamente complesso o strutturato negli Invertebrati e Vertebrati, costituito nell’uomo da una formazione sferoidale contenuta in ognuna delle cavità orbitarie del cranio
eye /aI: occhio
II. in relazione allle attività intellettuali e spirituali dell’uomo, espresse o influenzate da tale organo:senso estetico, gusto del bello
ideology / aIdI ‘ɒlɘd3I: ideologia
termine introdotto da A. Destutt de Tracy alla fine del ‘700 per indicare la scienza delle idee da lui elaborate. In Marx ed Engels, l’insieme di idee e valori attraverso i quali le classi dominanti tentano di legittimare e fondare il proprio potere. In ambito sociologico (Pareto) le ideologie sono razionalizzazioni di sentimenti, strumenti persuasivi a scopo di dominio
ideology / aIdI ‘ɒlɘd3I: ideologia
insieme dei principi e delle idee che stanno alla base di un movimento politico, religioso e simili

eye-deology/ aIdI ‘ɒlɘd3I
I. sintesi di estetica e politica, forma e funzione, analisi ed intuizione, ordine e caos;

eye-deology©/ aIdI ‘ɒlɘd3I
II. molteplicità di strategie di moda, architettura, brand design tese a sfruttare il fenomeno della permanenza delle immagini nell’occhio umano.

Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione 1 Prefazione. una nuova ontologia dell’architettura L’architettura ha sempre comunicato messaggi in maniera più o meno inequivocabile. Ha avuto una grande e innegabile tradizione nell’iconografia, dai templi egizi alle colonne della Grecia classica, dagli archi romani alle prime basiliche cristiane e la facciata gotica delle cattedrali, se la si legge come un cristiano medioevale, è un billboard ante-litteram. Ha rappresentato le ricchezze di una città, il potere politico; è stata strumento di propaganda. Di certo non si è fermata qui. Con l’avvento dell economia capitalistica si è sempre più allontanata dalla sua forma ontologica pura: quella di shelter, di riparo in senso lato, per entrare a far parte dei meccanismi della macchina commerciale. In modi diversi, in combinazione con le nuove conoscenze psicologiche e con il supporto delle altre arti visuali è diventata un utile strumento per definire e localizzare un marchio o un prodotto sul mercato o meglio, nel gap tra la ragione e il condizionamento che è chiamato immaginario collettivo del consumatore medio. Quando l’architettura diventa parte di un processo economico, il risultato del processo progettuale sarà alternativo: otterrò buona architettura o cattiva architettura.

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Claudio Marenco Mores Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5704 click dal 02/09/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.