Skip to content

La formula del franchising nell'evoluzione del settore commerciale

Informazioni tesi

  Autore: Laura Cassinelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Legislazione per l'Impresa
  Relatore: Dario Dott. Fruscio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 299

Negli ultimi anni si è assistito nel nostro Paese a forti cambiamenti dell’apparato distributivo, che si concretizzano in una rapida crescita della Grande Distribuzione a scapito dei piccoli negozi al dettaglio. Se da un lato questa situazione permette di razionalizzare la distribuzione consentendo ai consumatori di concentrare i propri acquisti in un’unica soluzione, dall’altro preannuncia la crisi del commercio tradizionale in quasi tutti in settori merceologici. In questo contesto si è assistito ad un rapido incremento delle forme associative nell’ambito delle quali il Franchising ha assunto notevole importanza. Questo accordo, infatti, ha reso possibile ai piccoli dettaglianti di entrare in una rete integrata con vantaggi sia di immagine che di competitività, creando un canale distributivo alternativo per potersi sottrarre al potere della Grande Distribuzione e senza dover sostenere costi eccessivi.
Il franchising ha fatto ingresso in Italia solo trent’anni fa, negli anni ’70, ma in questo arco di tempo è riuscito ad imporsi sul mercato: il fenomeno si è delineato ricco di iniziative imprenditoriali in numerosi campi di attività. Il motivo della crescita è legato al fatto che un soggetto può avviare la propria attività con un rischio ridotto e molto spesso con investimenti iniziali limitati. Il vantaggio, infatti, deriva dal fatto che viene sfruttata l’immagine di un marchio ben conosciuto ed apprezzato nel mercato; in questo modo, se esistono buone capacità di gestione da parte dell’affiliato, l’attività otterrà senz’altro il successo sperato.
Il trend degli ultimi dieci anni, inoltre, indica chiaramente che per il piccolo commercio il franchising costituisce un importante scelta di riposizionamento strategico, contribuendo all’ammodernamento dell’apparato distributivo e promuovendo nuove tecniche di gestione dei punti vendita attraverso l’impiego di forze lavorative giovani e con un forte spirito imprenditoriale. Secondo una ricerca della Confcommercio, infatti, mentre in Italia dal 1992 al 2001 è salito il peso della Grande Distribuzione, i negozi di vicinato hanno registrato una flessione del 37%.
I centri storici, le principali vie delle città, i centri commerciali, ci mostrano negozi che fanno parte di numerosi network e tra questi il franchising è una realtà sempre più presente nel settore del commercio e della distribuzione italiana.
Il settore del franchising si presenta quindi caratterizzato da un evidente dinamismo; tale affermazione si basa sul fatto che non solo gli imprenditori hanno saputo sfruttare questo strumento per lo sviluppo delle loro attività, ma anche che migliaia di operatori commerciali hanno dato fiducia a questa iniziativa, investendo cifre considerevoli per le aperture di punti di vendita e centri di servizi sul territorio italiano.
Il numero dei punti vendita aperti in franchising, infatti, cresce continuamente e se rapportato con i negozi tradizionali, si può notare che nel 2001 il numero dei negozi in franchising raggiungeva quota 36.000 su un totale di 587.500 esercizi commerciali in Italia, pari cioè al 6,1% del totale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

affiliarsi in franchising
franchising
franchising internazionale
franchisor
rete franchising
sviluppo franchising

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi