Skip to content

Modellizzazione Numerica e Verifica Sperimentale della Sospensione Pneumatica per Prove di Vibrazione al Suolo di un Grande Liner

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Carnabuci
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Aerospaziale
  Relatore: Caterina Grillo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 124

Presso i costruttori aeronautici ogni nuovo tipo di aereo, prima della campagna di prove in volo, è sottoposto ad una campagna di prove di vibrazione al suolo (Ground Vibration Test GVT) queste prove, che hanno lo scopo di verificare il comportamento dinamico della struttura reale rispetto alla previsioni del modello teorico, fanno parte del processo di validazione del modello servoaeroelastico globale e forniscono elementi indispensabili all’apertura del dominio di volo nel corso della campagna di prove di volo. Attualmente nell’ambito di tali prove si usano delle particolari sospensioni che, isolando il velivolo rispetto al suolo, permettono di ottenere i modi di corpo rigido a frequenze molto basse (<1 Hz) e di disaccoppiare tali modi dai modi flessibili dell’aereo. Tenuto conto delle dimensioni e delle masse crescenti dei futuri aerei da trasporto a grande raggio d’azione e dello sforzo crescente di riduzione del ciclo di sviluppo, le tecniche di sospensione classiche sono poco adatte agli obiettivi ricercati ed in conseguenza soluzioni alternative sono allo studio.
Utilizzando il Ground Vibration Test effettuato sull’Airbus A340-300 che ha permesso di recuperare i dati, successivamente elaborati, si è giunti a verificare ed a migliorare il modello agli elementi finiti.
In effetti l’attuale percorso di sperimentazione si basa sullo studio dei risultati forniti dalle prove GVT attraverso l’uso di un modello FEM; in particolare a partire dal modello base utilizzato per lo studio servoaeroelastico si giunge, utlizzando degli opportuni elementi elastici lineari, al modello del velivolo su sospensione pneumatica . In seguito si procede alla liberazione dei modi su sospensione attraverso il “recalage” del modello FEM implementato secondo il sistema NASTRAN.
La necessità tecnologica ed industriale di effettuare una prova di vibrazione direttamente sul pneumatico, senza utilizzare più una sospensione, ha indotto alla ricerca di un opportuno modello numerico di rigidezza del pneumatico quindi a partire da un modello del tipo NASTRAN che presenta la rigidezza funzione della frequenza e dello spostamento si é giunti a questo obiettivo.
Inoltre allo scopo di ottenere un modello che meglio tenesse conto della non linearità del pneumatico si sono cercate modellizzazioni alternative offerte, per esempio, dai programmi di modellizzazione industriali del tipo DADS, ADAMS, ecc.
Si è svolta altresì una ricerca bibliografica volta ad ottenere le migliori caratteristiche di modellizzazione in termini di rigidezza e smorzamento.
Inoltre poiché nel modello agli elementi finiti non si tiene conto dello smorzamento strutturale, si è studiata la possibilita’ di filtrare numericamente l’influenza del pneumatico, sui valori di smorzamento generalizzato, applicando una variazione del Metodo di Karpel [Modal coordinates for aeroelastic analysis with large local structural variations – M.Karpel and C.D.Wieseman, European Forum on Aeroelasticity and Structural Dynamics – Aachen 04/91]. Un’altra possibilita’ studiata é stata quella di applicare l’approccio della sintesi modale al problema dell’isolamento dello smorzamento modale della struttura “libera-libera”.
L’introduzione di questi nuovi metodi che consentono, con perfetta automazione, a partire solamente da dati sperimentali e sul pneumatico, di ottenere informazioni sulle principali grandezze da determinare, con precisione simile a quella ottenuta attraverso un approccio classico: aereo su sospensione, prospetta la possibilità di ridurre i tempi di sviluppo, ottenere vantaggi economici e consentire una più rapida realizzazione delle prove.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Università degli Studi di Palermo Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Aeronautica MODELLIZZAZIONE NUMERICA DELLA SOSPENSIONE PNEUMATICA PER PROVE DI VIBRAZIONE AL SUOLO DI UN GRANDE LINER E VERIFICA SPERIMENTALE Tesi di laurea di Relatore: FRANCESCO CARNABUCI Prof. CATERINA GRILLO Correlatori: Ing. HOLGER SCHAAK EADS Airbus Toulouse Ing. GABRIELE SCHIFAUDO TEUCHOS Midi Pyrénées Anno Accademico 2001/2002

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aeroelasticità
airbus
dinamica delle strutture
karpel
modi del velivolo
nastran
onera
rigidezza
smorzamento
sospensione pneumatica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi