Skip to content

Single Nucleotide Polymorphisms (SNPs) per l’identificazione individuale

Metodologie di genotipizzazione del DNA

Non esiste un metodo ideale per l’analisi di SNPs, di fatti la selezione della tecnica appropriata dipende dalle esigenze richieste. Nuovi metodi di genotipizzazione, sia chimici che su piattaforma sono in continuo sviluppo, e ognuna di queste applicazioni può avere numerosi vantaggi o svantaggi.

Per comprendere le varie tecnologie è importante distinguere la reazione di discriminazione allelica dai vari saggi e metodi di rilevazione. I prodotti delle reazioni di discriminazione allelica possono essere ottenuti con più di un metodo, e lo stesso metodo di rilevazione può analizzare prodotti ottenuti con differenti saggi. La maggior parte dei saggi di genotipizzazione di SNPs si basa su quattro gruppi di meccanismi molecolari: ibridazione allele-specifica, estensione dei primers, legame oligonucleotidico e taglio invasivo.

Ci sono diversi metodi di rilevamento per l’analisi dei prodotti di ogni reazione (fluorescenza, luminescenza, etc.).
Si possono distinguere due differenti tipi di categorie di saggi:
1. reazioni omogenee (avvengono in soluzione)
2. reazioni su supporti solidi (vetrini, chip, biglie etc.)

In generale le reazioni omogenee sono più adatte per l’automazione perché non vengono richiesti ulteriori passaggi di separazione o purificazione dopo la reazione di discriminazione allelica. Tuttavia il maggiore svantaggio è una limitata capacità di funzionamento in reazioni multiple (multiplex). Al contrario quelli su supporto solido hanno una più alta capacità di funzionamento in multiplex ma richiedono delle manipolazioni successive del campione.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Single Nucleotide Polymorphisms (SNPs) per l’identificazione individuale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Flavia Teoli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Biotecnologie
  Corso: Biotecnologie mediche
  Relatore: Anna Maria Poma
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dna
ibridazione
genoma umano
genetica forense
single nucleotide polymorphism
snp
polimorfismi del dna

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi