Skip to content

Shades of Green. Greenwashing in the Tourism Industry

Green Economy and Sustainable Development

The Earth Summit in Rio+20 outlines firmly the connection between the green economy and the sustainable development, and one of the key theories of this conference is the confirmation that these two concepts have in common the achievement of the same goals.
After the Brundtland report the term sustainable development had a further prominence in 1992 at the Earth Summit becoming a guiding principle for international cooperation on development. This expression definitively broke the stalemate between environmental protection, economic development and social inclusiveness, defining these three concepts as the pillars of sustainable development, and confirming their interdependence and their mutual nature.
Today we have to face many unsustainable problems such as loss of biodiversity and climate change, but first of all we should understand how to achieve environmental sustainability avoiding the creation of a damage for the economic growth. We have to move society on a more sustainable path if we want to achieve these goals. Many organizations and institutions are unable to bring the three pillars of sustainable development together in an effective manner.
Moving towards a green economy can be the only possibility to reach these goals and to promote an equitable growth.
The environment is for the green economy a determining factor of economic production, value, stability, and long term prosperity, it is a key source for the economic growth, the human well-being and the innovation.

"The shift to a green economy can be seen as a pathway to sustainable development, a journey rather than a destination".

The transition to a green economy is not a substitution of the concept sustainable development but rather an integration. A new green economic paradigm can support the reduction of environmental risks and at the same time it can produce new social and economic benefits for the developed and the developing countries.

The UNEP defined green economy and sustainable consumption and production as two sides of the same coin:

"They both share the same objective of fostering sustainable development, covering macro to micro-economic dimensions of public policy and regulation, business operations and social behaviour. Sustainable consumption and production is primarily focused on increasing resource efficiency in production processes and consumption patterns. Complementing this, green economy activities consider macro-economic trends and regulatory instruments governments can pursue through economic and other policies to promote economic growth and job creation that meets the criteria of being green and decent".

The achievement of green economy and sustainable development are therefore two interdependent objectives, which require a transformation of policy and regulatory instruments as well as a behavioural change in society. Moving towards a green economy should become a strategic goal for achieving sustainable development and the connection of these two concepts can improve our quality of life, reduce environmental problems and assure an intergenerational equity essential for the eradication of poverty. For these reasons a green economy does not replace sustainable development, but achieving sustainability respecting the three pillars of sustainable development we can transform our economy for the better.
To achieve these goals we need many economic changes and first of all a cultural change in our consumption behaviour. Many scientists wonder about the possibility of a sustainable change in the Western consumption culture, they argue that consumer behaviour can serve as a vehicle to influence production patterns. The green innovation as the main instrument to achieving green development, includes in addition to technological, institutional and organizational, also social and cultural innovations, if we want to realize this transformation we need a shift of living styles, consumption behaviours and a more general change in values.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Shades of Green. Greenwashing in the Tourism Industry

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rosa Monopoli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Relatore: Maristella Gatto
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 125

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi