Skip to content

Le relazioni Industriali nell'Eni: l'esperienza del Centro Oli di Viggiano (PZ)

L'Eni in Basilicata

Molte compagnie petrolifere sono coinvolte nell'affare Petrolio nella regione Basilicata, ma l'Eni riveste senz'altro il ruolo principale. L'entità della risorsa petrolifera della Val d'Agri e del Sauro rende l'attività estrattiva di portata economica rilevante e strategica per il settore energetico nazionale. I consumi energetici italiani sono soddisfatti solo in minima parte dalla produzione nazionale e, quindi, il paese è fortemente dipendente dalle importazioni dall'estero. Il petrolio situato in Basilicata può, dunque, apportare un contributo considerevole all'economia italiana in generale e dare un vantaggio per la riduzione della spesa energetica.
Dieci anni dopo la scoperta del giacimento di Monte Alpi in Val d'Agri l'Eni firma, con la regione Basilicata, un primo accordo con contenuti di sostenibilità, nell'ambito del quale sono concordate iniziative legate alla salvaguardia dell'ambiente, alla formazione e allo sviluppo sul territorio lucano di innovazione e ricerca.
Il 7 ottobre 1998, infatti, viene firmato l'accordo tra Governo e regione Basilicata e il 18 novembre dello stesso anno il protocollo d'intenti tra ENI e regione. Il protocollo prevede la costituzione di una società di promozione imprenditoriale, capace di attuare un programma di un nuovo sviluppo regionale e di sostenere in modo operativo e finanziario il vecchio trend manifatturiero e di servizi, creando nuova occupazione nell'ordine dei 3000 addetti. In tale contesto l'impegno dell'ENI ad intervenire nei settori industriale, agricolo, turistico e dei servizi con un fondo di garanzia che consenta agli imprenditori di accedere al credito agevolato si congiunge ad uno sforzo per favorire l'abbattimento del consumo energetico, assumendo a proprie spese la costruzione, sul territorio regionale, di centrali elettriche e in Val d'Agri di 2 centrali bioelettriche da 30 Mw con alimentazione da residui agricoli e sottobosco ed anche il completamento delle reti distributive del metano.

In materia ambientale, inoltre, l'ENI prevede interventi di rimboschimento, il sostegno di attività di valorizzazione del Parco N azionale dell'Appennino lucano, così come un adeguamento antisismico dei centri storici dei comuni interessati e l'integrale ripristino ambientale delle aree colpite da eventuali incidenti connessi in modo diretto o indiretto alle attività petrolifere con un'attenzione particolare alle risorse idriche (con un sostegno integrale degli oneri necessari a
realizzare l'osservatorio ambientale nella valle, la rete di monitoraggio ambientale c quella sismica).
Infine, il protocollo prevede la formazione permanente e la qualificazione di specifiche figure professionali con l'attivazione di una sede distaccata della scuola e della Fondazione Enrico Mattei.
Nel 2007, del resto, è stata inaugurata a Viggiano una sede della Fondazione Eni Enrico Mattei.
Nello stesso anno l'Eni ha intrapreso in Basilicata, in collaborazione con il Consorzio di Ricerca AASTERe con la fondazione Enrico Mattei (FEEM), il Progetto "Missione di Comunità", che interessa le aree della Val D'Agri e della Val Camastra. L'obiettivo del progetto è quello di creare opportunità e sinergie sul territorio lucano diffondendo conoscenza, attraverso la realizzazione di attività di ricerca e di alta formazione.
A tale scopo sono stati intrapresi diversi progetti tra cui si annoverano: i programmi di ricerca rivolti alla promozione dell'efficienza energetica e allo sviluppo di fonti rinnovabili, corsi di alta formazione l'organizzazione di una Summer School , una Autumn School sul tema "Valorizzare il territorio in Val D'Agri, la realizzazione di un polo tecnologico nel centro di Viggiano. Nel 2008 il gruppo Eni ha trasferito in Val d'Agri il centro direttivo dell'Italia Meridionale delle attività di esplorazione e produzione. Tale iniziativa ha favorito lo sviluppo di imprese dell'indotto petrolifero ad alta specializzazione con importanti ricadute sul settore economico e occupazionale.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Le relazioni Industriali nell'Eni: l'esperienza del Centro Oli di Viggiano (PZ)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Angelo Zitarosa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Andrea  Ciampani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 30

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

eni
relazioni industriali
movimento sindacale
centro oli di viggiano (pz)
val d'agri (pz)

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi