Skip to content

Progetto per l'aeroclub Beppe Albanese - Psicologia della percezione applicata e comunicazione visiva

Conoscenze percettive e comunicazione visiva

Passando alla parte applicativa della tesi, si ritiene utile far precedere alla progettazione del logo dell’Aeroclub di Boccadifalco l'analisi del logo istituzionale e di una proposta che non è stata accolta. L'analisi percettiva dei loghi può essere considerata come una scomposizione delle unità percettive del logo che, facendo ricorso ai fattori di unificazione e alle regole della percezione già presentati o illustrati in seguito, consenta di valutare l'efficacia comunicativa del logo. Per adesso, è sufficiente definire l'efficacia comunicativa come un rapporto tra le proprietà percettive e le proprietà grafiche del logo. L'efficacia della comunicazione si può ottenere in molti modi, ma si tratta sempre di sfruttare in maniera ottimale le potenzialità percettive delle proprietà grafiche. L'analisi dei loghi precedenti permette di comprendere il loro impatto percettivo nel logo, vale a dire se risultano interessanti o innovativi, ma soprattutto l'efficienza con cui le proprietà percettive comunicano un messaggio in rapporto alla progettazione grafica.
In questo modo, l'analisi permetterà anche di introdurre i caratteri dell'idea progettuale che si è voluta sviluppare, essa sarà presentata nel capitolo successivo.
L’operazione che ci si appresta a realizzare utilizzando la percezione come strumento utile al quale ricorrere nella progettazione non è nuova, in Italia ci sono esempi di designer che hanno prestato molta attenzione alla Percezione Visiva come Bruno Munari e Franco Grignani.
Munari in merito alla percezione si esprimeva come segue:

Nello studio degli elementi della comunicazione visiva questo fatto è molto importante dato che sempre il designer dovrà progettare con le immagini e considerare quindi anche lo sfondo sul quale appariranno.

Munari fa presente che negli anni in cui scriveva si stavano svolgendo in America studi di percezione legati all’articolazione figura sfondo, gli studi a cui si riferisce prendevano spunto proprio dalla ricerca della psicologia della Gestalt che faceva ricorso al metodo fenomenologico sperimentale.
Franco Grignani è un esempio illuminante di come l'attenzione alla percezione visiva sia un elemento essenziale della progettazione grafica.
Lo testimoniano le parole di Sergio Polano e Pierpaolo Vetta:

Maestro solitario e rigoroso, ricercatore raffinato e metodico della “verità” della forma visiva, della parola visibile e dell’immagine eloquente, il progettista visuale, pittore, fotografo e architetto.
La piena padronanza, il perfetto dominio, il magistero elevatissimo delle regole della percezione s esprimeva reiteratamente nei suoi esperimenti visuali sul movimento virtuale, sulle illusioni e elusioni ottiche, sulle sub percezioni, sulle distorsioni, sulle dilatazioni e via dicendo, applicati senza tregua né censura né pausa, a un universo formal espressivo quali la pittura, grafica attraverso immagini, trame, segni e parole.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Progetto per l'aeroclub Beppe Albanese - Psicologia della percezione applicata e comunicazione visiva

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Monica Picone
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Architettura
  Corso: Disegno industriale
  Relatore: Carmelo Calì
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fenomenologia
comunicazione visiva
percezione visiva
psicologia della percezione
progetto grafico
aeroclub
percezione applicata
rendimento fenomenico
percezione diretta
manipolare fenomeni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi