Skip to content

Donne e Social Network: Esperienze tra Comunicazione e Marketing

Blogger: come una passione diventa guadagno

Quello su cui principalmente vorrei soffermarmi all'interno di questo mio elaborato è come un Blog, possa diventare una fonte di guadagno oltre che una passione. Portare alla luce un processo che sembra spontaneo e naturale, ma che in realtà dietro ci sono delle vere e proprie strategie elaborate non solo dai blogger spinti dalla voglia di trarre guadagno da ciò che scrivono, ma anche dalle aziende che instaurano con i blogger rapporti di collaborazione per ottenere visibilità in Rete. Il concetto chiave da analizzare, è proprio la collaborazione (Shuen 2008): i ricavi dell'attività dei blogger, sono il risultato dell'instaurarsi di un rapporto, più o meno duraturo, con aziende che hanno interesse a pubblicizzarsi su spazi Web inerenti il proprio settore.
Il primo passo per i blogger, come abbiamo visto anche negli esempi precedenti, è quello di cercare di farsi conoscere all'interno della Blogsfera: essere costanti nel pubblicare post originali e curare il proprio Blog, avere un certo numero di follower e di visite giornaliere. Dopodiché le possibilità per un blogger sono due: aspettare che siano le aziende a farsi vive o proporsi spontaneamente. Oppure ci sono diversi modi di collaborare (Shuen 2008).

Banner Pubblicitari
Un modo per collaborare con le aziende è inserire sulla pagina Web dei Banner Pubblicitari: spazi di dimensioni variabili all'interno dei quali vengono inseriti nome e logo dell'azienda, nonché un link diretto al loro portale Web. La parola in inglese significa bandiera o striscione, appunto la striscia che solitamente compare in una pagina Web. Il Web Banner o Banner Ad significa pubblicità fatta con l'uso di un banner, ed è generalmente un link. Questa espressione, erroneamente abbreviata in italiano in banner, è una delle forme pubblicitarie più diffuse su Internet ed è una strategia di marketing definita online Marketing Promotion (Lorenzetti 2010). Questa forma di messaggio promozionale consiste nell'inserire un annuncio su una pagina Web.

Un banner può essere:
- statico: quando va fruito così com'è
- attivo o interattivo: quando consente, una volta cliccato, di raggiungere un altra pagina Web (Shuen 2008).

Molti banner fanno riferimento a sistemi a pagamento basati sul click-through rate: quando l'azienda pubblicizzata rileva il numero di click effettuati sul banner, invia una somma di denaro all'ospitante. E' proprio questo il metodo con il quale la maggior parte dei siti Web si autofinanza. Le blogger di cui ho parlato in precedenza hanno diversi tipi di rapporti di collaborazione con varie aziende: ad esempio nel Blog Sorelle in Pentola, di Chiara e Angela Maci, c'è una sezione chiamata Portfolio in cui sono inseriti i loghi di tutte le aziende con le quali le due sorelle, tramite il Blog, collaborano. Oppure nel Blog PigChic di Demetra Dossi, è sempre presente il Banner Web con diverse pubblicità, che possono attirare l'attenzione o alcune volte anche infastidire il lettore del Blog. In questo caso, si può chiudere il banner e appare un invito a segnalare “annunci migliori aggiornando le tue preferenze annunci”. Purtroppo il mestiere di blogger non è codificato quindi diviene difficile dare un prezzo a questo lavoro (Lorenzetti 2010): non esiste un listino prezzi univoco, in quanto i costi dei banner e delle varie collaborazioni sono commisurati a vari fattori quali: il numero di visite del Blog, la sua natura (free o proprietario), la popolarità del blogger, il numero di commenti ai post, il numero di iscritti alle newsletter, l'autorità del blogger, la qualità degli argomenti proposti e dalle foto.

Tuttavia si possono definire dei parametri indicativi, che poi ciascun blogger può adattare alla propria situazione, facendo la distinzione tra articoli scritti su altre piattaforme e articoli scritti sul proprio Blog (Butow, Bollwitt 2011):
- Articoli scritti su “commissione” e pubblicati su altri siti o Blog, le cifre medie, in questo caso, sono piuttosto basse: 3-4 euro ad articolo, di circa 250 parole e non particolarmente specifici. In questo modo si può scrivere tanto su argomenti molto vari senza averne una competenza specifica.
- Articoli a “richiesta” su portali o Blog di portali gestiti da un grande organizzatore, si può guadagnare in proporzione alle abilità del blogger o alla popolarità, in media un articolo di questo tipo viene retribuito circa 10-12 euro: non sono articoli brevi e richiedono una certa abilità e precisione. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Donne e Social Network: Esperienze tra Comunicazione e Marketing

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rossella Marcello
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale
  Relatore: Pina Lalli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 114

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
nuovi media
rete
blog
social network
donne e social network
strategie marketing online

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi