Skip to content

La rivoluzione russa tra Gramsci e Gobetti

Gramsci nel leninismo

La rivitalizzazione dell’orma decadente del marxismo teorico diventa lo scopo dell'opera soreliana. Perciò nel Per Lenin viene tracciato un elaborato teorico in cui l’ortodossia del pensiero marxista cede il passo al suo revisionismo. L’evoluzione socioeconomica, lo sviluppo del mercato mondiale, l'aumento dei cartelli e il miglioramento del sistema creditizio ha avuto l’effetto di spiazzare l'ortodossa formula marxiana, aprendo la strada al radicale revisionismo di un Berntein.

Analogamente anche il Sorel si apre al revisionismo. Il suo pensiero però è particolare perché, sebbene rinneghi la validità delle categorie economiche e politiche del marxismo avendo constatato il fallimento della legge sui salari, di quella sulla concentrazione capitalista, di quella sulla correlazione tra potenza economica e politica, riconosce ancora attuali i principi ispiratori che hanno informato l'esistenza del marxismo. Semplicemente applicando questa revisione alla concreta realtà politica, Sorel può vedere in Lenin compiersi la lezione etica e politica che il solo marxismo può dare.

Anzi, ciò che qualifica e rende vivo il marxismo -egli dice- è la sua lezione etica, decantata con molta più partecipazione in quanto ora è vista realizzarsi in Lenin. Così l'apologia dello sciopero generale, il mito della violenza adoperata per scardinare le strutture economiche e giuridiche dello Stato borghese hanno una valenza non solo teorica ma anche politicamente reale nella lotta contro il parlamentarismo che, nella confusione del suo linguaggio oratorio, rende privi i suoi membri di ogni nozione d'esperienza.

Perciò nel Per Lenin, scritto nel settembre del 1919, Sorel ha l’occasione di compendiare il suo sistema teorico con l’opera etica e politica di Lenin; e nelle sue gesta, dà una dimostrazione di come sia vivo l'elemento etico nel marxismo. Ma del resto, basta questa lezione di eticità applicata all'interpretazione di Lenin, per dedurre l'iscrizione del pensiero soreliano in una tradizione di rapporti consolidati tra la cultura torinese e quella transalpina. Così anche per Gramsci, per il particolare tipo di influenza avuta da Sorel, Lenin diviene l'uomo che impersona la tensione morale del marxismo in virtù del quale è necessario combattere contro il capitalismo borghese. Lenin infonde nella rivoluzione, che vive nello Stato operaio russo, fede e forza d'entusiasmo perché si oppone alla determinazione distruttiva dell'Intesa. Ma la stessa forza d'entusiasmo si trasforma in Sorel in un'autorità morale, il cui valore si misura nella forza di instillare fiducia nelle masse così da creare il presupposto affinché esse possano accettare l'esperienza produttiva di un capitalismo assai avanzato. Per Sorel cioè, l'ardore etico della rivoluzione deve vedere l’intelligenza proteggere gli acquisti del passato borghese, contro le illusioni dei rivoluzionari Ingenui.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La rivoluzione russa tra Gramsci e Gobetti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Vagnarelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1989-90
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Augusto Illuminati
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 107

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi