Skip to content

Sviluppo e realizzazione di uno scambiatore di calore ad aria per fluidi bifase

Lo stato dell'arte sullo scambiatore di calore: il condensatore

Il condensatore è l'organo indispensabile per effettuare il passaggio di stato da vapore a liquido del metanolo attraverso una diminuzione della temperatura. Molto spesso accade che la condensazione del vapore non avviene completamente all'interno del condensatore, ciò vuol dire che il passaggio di stato avviene anche nell'evaporatore. Per ovviare questo problema è stato inserito un ricevitore e a valle di quest'ultimo una valvola. Il ricevitore ha il compito di raccogliere eventuale vapore non condensato mentre la valvola ha lo scopo di non far defluire quest'ultimo dentro l'evaporatore; questi organi possono anche essere utilizzati come parti che, obbligando il vapore a stazionare fuori dall'evaporatore, consentono la completa condensazione del metanolo.

Il condensatore lavora, in un ciclo di 24 ore, dal momento in cui il letto adsorbente inizia il desorbimento fino a quando tutto il vapore non è completamente condensato. Questa durata è all'incirca di 6 ore per gli ice-maker senza valvola e va dalle 10.00 alle 16.00 circa, con tempi che dipendono dal clima del luogo di esercizio.

Naturalmente ci sono delle specifiche che il condensatore deve soddisfare per poter essere realizzato:

• Avere un ottimo scambio termico

• Compattezza della soluzione

• Essere economico

• Non devono avvenire reazioni in esso che portino al deterioramento della struttura

• Non deve essere realizzato in alluminio a causa delle reazioni che possono avvenire con il metanolo

Il design del condensatore all'interno degli ice-maker non riveste un ruolo importante, perchè la condensazione avviene a basse portate e in periodi lunghi della giornata. Per cui qualsiasi scelta tecnica nella realizzazione di questo scambiatore di calore è più che adeguata allo svolgimento del suo compito.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Sviluppo e realizzazione di uno scambiatore di calore ad aria per fluidi bifase

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mario Di Donato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria meccanica
  Relatore: Fabio Polonara
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adsorbimento
scambiatore di calore
progettazione condensatore
condensatore ice maker
solar ice maker

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi