Skip to content

Strategie Aziendali nel Next Generation Network

L’investimento e la tecnologia nella rete NGN

La spinta degli operatori verso le nuove tecnologie sulla rete, deriva dalla necessità di risolvere alcuni problemi che sorgono con l'aumentare sia degli utenti connessi ad internet, sia dalla qualità di informazioni trasferite, sia della velocità di trasmissione.
Le centraline locali costituiscono l'ultima struttura della rete core, di proprietà della Telecom Italia, dove possono connettersi tutti gli altri operatori OLO con i loro apparati, dopodiché inizia l'ultimo miglio che giunge fino alla casa dell'utente. In Italia la lunghezza di questo ultimo miglio della rete è più corto rispetto alla lunghezza media degli altri paesi; infatti non supera i 3 km) e ciascun doppino di rame che parte dalla centralina locale collega un solo utente. La breve lunghezza e l'elevato numero di questi doppini di rame causa molti disturbi alla trasmissione all'interno della rete e ne limita la possibilità di una velocità di trasmissione maggiore; anche questa è una delle ragioni per cui sarebbe necessario costruire la rete NGN in fibra ottica. La rete NGN è uno strumento di trasmissione che, grazie alla sua tecnologia, elimina questi problemi, aumentando le prestazioni della rete.
Alcuni operatori europei, che hanno realizzato gli investimenti nel NGN in fibra ottica attraverso l'autofinanziamento, senza aiuti pubblici, sono particolarmente sensibili alle decisioni dei regolatori. In Asia la costruzione di NGN Core e NGN Access si è sviluppata molto più che negli altri continenti. In generale gli investimenti nella rete NGN Core sono finanziati dagli stessi operatori, mentre lo sviluppo delle reti NGN Access hanno un forte supporto dei governi. L'architettura usata, nella maggior parte dei paesi, è la FTTH (Fiber To The Home).
Molti incumbent, proprietari delle reti core e access, da un decennio si trovano in una difficile situazione, in quanto hanno subito una diminuzione dei ricavi per i seguenti motivi:
- concorrenza da parte di nuovi operatori, a causa della liberalizzazione dei mercati, e diminuzione della fedeltà dei clienti,
- aumento della velocità di sostituzione delle linee telefoniche della rete fissa con le linee mobili,
- sostituzione dei redditi generati dai servizi quali l'allaccio della linea telefonica e l'affitto della rete a tempo con pacchetti di servizi.
Per rimanere competitivi, questi incumbent sono stati obbligati a reagire attraverso le seguenti strategie:
a) riduzione degli investimenti nella rete e riconversione dei servizi sulla telefonia, verso pacchetti vendibili sulle reti internet;
b) riduzione dei costi operativi, attraverso la semplificazione e la standardizzazione delle attività ordinarie e della manutenzione;
c) aumento dei ricavi attraverso l'offerta continua di nuovi servizi (multimedia, cloud computing)
La tecnologia svolge un ruolo molto importante nell'investimento del NGN, ed è proprio questo nuovo standard che consente una velocità di scaricamento dai di 100 Mbit contro i 42 dell'UMTS attraverso il modem applicato al doppino in rame presso l'abitazione dell'abbonato, che consente più del doppio della velocità in download e più di dieci volte in upload, rispetto alle possibilità dell'UMTS. Per fare un esempio 100 Mbit al secondo vuol dire scaricare il contenuto di un CD-Rom in 41 secondi contro i 20 minuti necessari con l'UMTS; riduce i tempi di attesa che sfiorano i 32 millisecondi, contro i 20 secondi di attesa sulla normale linea Adsl. La quantità di banda disponibile per l'accesso a internet nelle reti fisse e mobili cresce in modo esponenziale: raddoppia ogni 12-15 mesi.
Il settore TLC è il più dinamico tra quelli sottoposti a regolamentazione ed è caratterizzato da un'elevata velocità d'innovazione. Le innovazioni sono generalmente suddivise in due tipi: nuovi servizi e (o innovazione di prodotto)e nuove reti (o innovazione di processo). Le innovazioni dei nuovi servizi sono gestite dagli operatori, e le innovazioni tecnologiche nelle nuove reti, sono invece gestite dai fornitori di impianti e software. Oltre alle decisioni di acquisto di un impianto tecnologicamente più evoluto, gli operatori, come per tutte le innovazioni, devono anche cambiare alcuni processi gestionali. Ciò significa che l'investimento assume quasi sempre dimensioni economiche molto rilevanti e che la decisione dell'operatore richiede analisi approfondite e riflessioni meditate sui rischi. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Strategie Aziendali nel Next Generation Network

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Aguiari
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Finanzia e Diritto per la Gestione d'Impresa
  Relatore: Sergio Barile
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 37

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fastweb
fibra ottica
incumbent
agcom
olo
ngn
next generation network
fttx

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi