Skip to content

La cultura ferita di un paese diviso - La diversa ricezione di Kurt Tucholsky nelle due Repubbliche tedesche durante gli anni del Muro di Berlino

Tucholsky schierato in una guerra mai vissuta

La volontà di schierare Tucholsky a favore dell'uno o dell'altro blocco sullo sfondo della Guerra Fredda non risulta evidente solo agli intellettuali della DDR, ma viene denunciata anche nella Germania federale da "esponenti della sinistra indipendente raccolti intorno alla rivista amburghese «konkret».
Un tono critico in questo senso si può ravvisare nell'intervento di Claus Rainer Röhl Kurt Tucholsky und der Kalte Krieg. Egli denuncia come il clima e le tensioni della Guerra Fredda non abbiano risparmiato nemmeno l'opera del "grande antifascista tedesco": "[…] auch vor dem Werk des grossen deutschen Antifaschisten [hatten] Furcht und Elend der Kalten Krieges nicht Halt gemacht". Al contrario, proprio nella Germania divisa l'autore weimariano viene falsificato e male interpretato da chi intende presentarsi come seguace e successore di Tucholsky. Mentre infatti per il pubblico occidentale l'esperienza marxista di Tucholsky è una "macchia nera nella vita del loro beniamino", i "funzionari della cultura" orientali "possono appellarsi ad un'infinità di poesie che chiamano in causa la lotta di classe, la coscienza di classe e la solidarietà internazionale tra gli operai, si schierano a favore dell'Unione Sovietica e attaccano con violenza la SPD." Questa produzione pone le basi per una "interpretazione di Tucholsky al servizio del potere operaio e contadino" e nella DDR viene così mostrato un Tucholsky sconosciuto nella Germania occidentale, che sostiene la lotta di classe e la rivoluzione sociale:

So kamen denn auch in den letzten Jahren, ähnlich wie bei Rowohlt, im Ostberliner Verlag "Volk und Welt" fünf Auswahlbände heraus, die dort jeweils im Nu ausverkauft sind und deren letzte Bände einen in Westdeutschland weithin unbekannten Tucholsky zeigen, eben den des Klassenkampfes und der sozialen Revolution.

Kurt Tucholsky viene così "spaccato", presentato in due versioni differenti ad Est e ad Ovest del Muro. Come Zwerenz, anche Röhl sostiene che l'opera dell'autore antifascista venga in qualche modo "censurata" attraverso omissioni e tagli nella BRD, mentre questo non avverrebbe nella DDR per il semplice fatto che egli non ha mai espresso alcuna parola a favore del capitalismo:

Während die Bundesdeutschen Produzenten und Verleger ständig irgendetwas weglassen, kürzen oder streichen mussten, haben die ostdeutschen Kultursollerfüller kaum Grund, irgendeinen Tucho aus ihren Büchern zu eliminieren: Es gibt kein Gedicht oder Prosastück, in dem sich Tucholsky für die kapitalistische Wirtschaftsform oder dergleichen ausspricht.

Egli non appartiene tuttavia a nessuna delle due Germanie che tentano di reclamarlo per sé e nessuna delle due immagini è conforme alla vera natura di Tucholsky, poiché egli è in realtà un "singolo", va "per la sua strada" e non è né un comunista né un sostenitore di Adenauer o di Brandt, ma piuttosto "inesorabilmente antifascista e democratico", contrario alle armi da guerra e animato da valori e da principi "per un mondo migliore, di pace e per nulla utopico":

O nein, lieber Prescher und Schulz, lieber Muffer und Mucker im Ost und West. Er war nicht Euer.[...] Er war ein Einzelner. […] Er ging seinen Weg.
Er war so wenig ein Kommunist wie Erich Kuby und Hans Magnus Enzensberger, so wenig ein Parteigänger Adenauers oder Brandts wie Peter Rühmkorf oder Günter Grass, aber wie diese und tausend andere unserer Generation unerbittlich antifaschistisch und demokratisch, gegen Kriegsrüstung und diejenigen, die dazu aufhetzen und agitieren, aus zutiefst humanitärer Gesittung und Gesinnung für eine bessere, friedliche, keineswegs utopische Welt.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La cultura ferita di un paese diviso - La diversa ricezione di Kurt Tucholsky nelle due Repubbliche tedesche durante gli anni del Muro di Berlino

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rachele Villani
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Giulia Cantarutti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

letteratura tedesca
guerra fredda
repubblica di weimar
germania
ddr
muro di berlino
brd
ricezione
kurt tucholsky

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi