Skip to content

Genotipizzazione di accessioni di Phaseolus vulgaris L. mediante tecnologie di next-generation sequencing

La tecnica del Genotyping-by-Sequencing (GBS)

L'innovativo approccio del genotyping-by-sequencing (GBS) è stato ideato come uno strumento a costi ridotti per studi di genetica di popolazione, caratterizzazione del germoplasma, miglioramento genetico e mappatura in organismi ad elevata diversità genetica (Elshire et al., 2011) e per i quali non esiste ancora un genoma di riferimento (organismi non modello). Il metodo si basa su tecnologie NGS ad elevato rendimento funzionale.
Il metodo GBS, nonostante sia stato pensato per piccoli genomi, si presenta come una tecnica versatile: i genomi ad elevata complessità vengono infatti sottoposti ad un trattamento di riduzione della stessa tramite digestione con enzimi di restrizione (ER) e successivo sequenziamento con le già citate tecniche NGS, un passaggio semplice, altamente specifico, riproducibile e in grado di raggiungere regioni del genoma che, con altre tecnologie, risulterebbero inaccessibili. Infatti, la scelta di ER appropriati può evitare il successivo sequenziamento di regioni altamente ripetute del genoma e migliorare l'efficienza della lettura di tratti con un numero ridotto di copie, semplificando sensibilmente l'elaborazione bioinformatica dei dati genetici in specie ad elevata diversità. Questo tipo di analisi permette di individuare dei polimorfismi, cioè differenze nella sequenza nucleotidica esistenti tra individui della stessa specie (Lorenzetti et al., 2011); in particolare, le tecnologie NGS permettono la scoperta di diverse migliaia di polimorfismi per singoli nucleotidi (single nucleotide polymorphisms, SNP), cioè polimorfismi che differiscono tra due individui per un solo nucleotide e che hanno una frequenza maggiore o al più uguale all'1% (Lorenzetti et al., 2011).
La tecnologia GBS per la scoperta di SNPs ha permesso di aggirare gli ostacoli della tradizionale genotipizzazione legati all'elevato costo e alla specificità dei marcatori nei confronti della popolazione sulla quale sono stati sviluppati: questo procedimento può essere infatti condotto direttamente sul DNA genomico in un singolo passaggio di sequenziamento, permettendo la costruzione di librerie genetiche quasi in parallelo (Davey et al., 2011).
Gli enzimi di restrizione sono uno strumento fondamentale delle tecnologie GBS: la loro elevatissima variabilità li rende estremamente versatili. Inoltre, nel sequenziamento di genomi vegetali la scelta opportuna di ER può semplificare notevolmente il procedimento: impiegando un ER sensibile alle basi metilate si possono escludere le regioni ripetute del genoma evitando di interagire con gli elementi ripetuti, per la maggior parte metilati (Davey et al., 2011).
Le diverse tecniche NGS impiegabili nel contesto di GBS hanno in comune i seguenti passaggi fondamentali:

1. Digestione di numerosi campioni di DNA genomico con attacco da parte di ER;

2. Selezione o riduzione dei frammenti di restrizione risultanti;

3. Sequenziamento del set finale di frammenti di restrizione, che dovrebbero avere una dimensione inferiore a 1 kb.

I polimorfismi ottenuti sono utilizzabili come marcatori molecolari (Davey et al., 2011).
La scoperta di un elevato numero di SNPs può vedere la propria efficienza incrementata grazie all'associazione di un sistema di barcoding al metodo NGS adottato, quale può essere il sequenziamento associato ai siti di restrizione (restriction-site associated DNA sequencing, RADseq); il codice a barre è localizzato appena a monte del sito di restrizione (Elshire et al., 2011).

Questo brano è tratto dalla tesi:

Genotipizzazione di accessioni di Phaseolus vulgaris L. mediante tecnologie di next-generation sequencing

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Tommaso Montanari
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Laura Nanni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 40

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marcatori molecolari
snp
next-generation sequencing
fagiolo
shattering
rad-seq
phaseolus vulgaris l.

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi