Skip to content

Battersea Power Station: a place for everyone

Battersea Power Station

Progetto di Sir Gilles Gilbert Scott del 1929 costruita su 15 ettari di terreno. Fino agli anni trenta, l'elettricità era fornita da compagnie private che vendevano l'eccesso di energia elettrica ai privati.
Questa situazione portava una mancanza di elettricità nella città ed un'alta competitività tra le diverse industrie produttrici. Per risolvere questo problema nel 1925 il Parlamento decise che la produzione di energia elettrica doveva essere pubblica attraverso un rete elettrica unificata costituita dalle centrali elettriche presenti lungo il Tamigi. Fu costituita la London Power Company che riuniva tutte le 10 centrali di energia presenti a Londra e nel 1927 la LPC commissionò l'Electricity Commissioners per la costruzione di una centrale elettrica in grado di generare 40.000 kilowatt, equivalente di otto stazioni elettriche di quel tempo.
La centrale doveva essere organizzata in sicurezza dei lavoratori e all'ottimizzazione della produzione, quindi doveva svilupparsi in ambienti separati dedicati alle diverse fasi di trasformazione dell'energia: una boiler house per la produzione del vapore, una turbine hall per la produzione di energia elettrica ed una switch house per la conversione dell'elettricità a voltaggi superiori. Il progetto generò numerosi e lunghi dibattiti perché l'intervento risultava troppo importante ed oneroso, ma il 27 novembre del 1927 l'"Electricity Commisioners" diede l'approvazione per la costruzione della Battersea Power Station e il 1929 iniziarono i lavori che furono conclusi il 1935.
La centrale è composta da due centrali separate (costruite in due tempistiche diverse) ed entrambe sono state disegnate da un team di designer e ingegneri con al vertice Leonard Pearce (Ingegnere) e Sir Gilbert Scott (consigliere e responsabile dell'aspetto estetico internamente ed esternamente). Fu scelto il lotto attuale, 15 acri di terreno, in prossimità del fiume, in modo da facilitare il trasporto del carbone e il raffreddamento delle turbine. Esso è di proprietà della Southwark and Vauxhall Waterworks Company.
Il progetto fu criticato dall'opinione pubblica, sottolineando l'elevato rischio inquinamento per la città, ma l'argomento dell'inquinamento diventa il cavallo di battaglia del progetto, in quanto venne fatto un importante studio dal punto di vista scientifico e tecnico in modo da garantire un adeguato trattamento dei fumi di combustione; essi venivano depurati con appositi spray catalitici, ricchi di ossidi ferrosi capaci di convertire i solfati in acido solforico.
Quando la centrale iniziò la sua produzione di energia elettrica ci fu un servizio del "Daily Herald" nel quale veniva elogiato il moderno tempio dell'elettricità. Nel 1983 la Battersea Power Station concluse definitivamente la produzione di energia elettrica a causa dell'aumento dei prezzi dell'olio che provocò una diminuzione economica.
Il maggior credito per la sua bellezza lo diamo a Sir Gilbert Scott che sviluppò il progetto inserendo il rivestimento in mattoni e le quattro ciminiere affusolate, elementi che diedero all'edificio il suo carattere distintivo. Un ex dipendente della centrale, che ha lavorato all'interno della centrale per più di vent'anni, ricorda45: "it was about the first station that got away from the corrugated iron era. It wasn't only its exterior features. The control room was all pannelled out with Italian marble, with indirect lighting and polished hardwood parquet flooring, and you weren't allowed to walk in there unless you put felt overshoes on. The turbine room had terrazzo flooring and heaven help anyone who dropped cigarette ash. There was a whole gang of cleaners – it was like painting the Forth Bridge; they started at one end in the morning, and as soon as they came to the morning, and as soon as they came to the other they started all over again. You could literally eat off it. Even the generating sets were painted with cellulose paint, rubbed down, spray painted and afterwards they went all over it with rubbing compound to bring it up glistening like a motor car".
Nel corso della sua vita, la centrale elettrica ha ospitato numerose visite, tra cui la Regina Mary e la Principessa Elizabeth e ne rimasero estasiate.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Battersea Power Station: a place for everyone

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giorgia Morero
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Andrea Cavaliere
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 143

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

londra
centrale elettrica
rigenerazione urbana
battersea
opportunity area
vauxhall nine elms battersea
rafael vinoly

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi