Skip to content

Il sesso: come e quando il piacere si trasforma in ossessione

Modelli teorici della Sexual Addiction: biologico, psicodinamico, cognitivo-compo rtamentale, sistemico-relazionale

Le teorie che provano a spiegare la dipendenza sessuale possono essere raggruppate in cinque categorie generali: biologica, socioculturale, cognitivo-comportamentale, psicoanalitica e integrata e, bisogna precisare che molte delle teorie che esaminiamo qui non nascono per spiegare la dipendenza sessuale in sè, ma piuttosto per la categoria correlata con le parafilie o con le perversioni.
Fino a tempi recenti, la dipendenza sessuale non era definita in modo chiaro, tale da renderla adatta allo studio scientifico; inoltre, il concetto di dipendenza sessuale continua ad essere tuttora molto controverso.

Le parafilie o perversioni, invece, hanno una storia consolidata come diagnosi psichiatriche; esse comprendono anche un certo numero di condizioni che presentano gravi problemi nell'applicazione della legge e quindi attirano l'interesse e le risorse che i gravi problemi legali sempre attraggono. In questa discussione delle teorie della dipendenza sessuale vengono incluse le teorie delle parafilie o perversioni perché almeno alcuni loro elementi possono essere applicati anche alla dipendenza sessuale.
Il termine parafilie designa quella categoria di disturbi che nell'attuale sistema di classificazione diagnostica è più simile a quella dei disturbi raggruppati sotto il termine dipendenze sessuali e le due categorie hanno un'estesa area di sovrapposizione. Nondimeno le due categorie non sono identiche; sono definite in modo diverso e ciascuna comprende un numero significativo di disturbi che non sono compresi nell'altra (ossia dipendenze sessuali non parafiliche e parafilie che non soddisfano i criteri diagnostici per un disturbo di dipendenza).

Di conseguenza, alcune parti delle teorie che sono state formulate per le parafilie possono essere meno applicabili di altre alle dipendenze sessuali non parafiliche e restano ancora da chiarire le distinzioni tra le parti considerate più applicabili e quelle meno applicabili. Inoltre, le teorie delle parafilie tipicamente non discriminano tra componenti che si applicano a tutte le sindromi parafiliche e componenti che si applicano solo alle sindromi parafiliche che non soddisfano i criteri diagnostici per la dipendenza sessuale e la dipendenza sessuale, come la dipendenza da sostanze, non è un disturbo unitario ma una classe eterogenea di disturbi.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il sesso: come e quando il piacere si trasforma in ossessione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Enrica Sciarretta
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Psicologia
  Corso: psicologia clinica e della salute
  Relatore: Mario Fulcheri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cybersex
parafilie
dipendenza sessuale
compulsioni sessuali
comportamento non parafilico di ipersessualità
sesso che si trasforma in ossessione
tecnodipendenze
teoria di integrazione bio-psico-sociale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi