Skip to content

Commento e interpretazione de ''La Rigenerazione'' di Italo Svevo

Le opere

Italo Svevo scrisse opere teatrali durante tutto l'arco della sua vita, anche durante quel ventennio di "silenzio" in cui rinunciò a pubblicare qualunque tipo di opera. I suoi lavori possono essere disposti in un abbastanza verosimile ordine cronologico, fondato sia su alcune date precise figuranti in qualche manoscritto, sia su certe affinità tematiche con le opere sicuramente databili, sia, infine, su degli appigli particolari, offerti da qualche lettera o da elementi presenti all'interno delle singole opere.
Di seguito vengono riportate le 13 opere teatrali composte da Italo Svevo. Di ciascuna viene indicato il periodo (presunto o effettivo) di composizione e una didascalia che ne riassume la trama:

Le teorie del conte Alberto (1883 ca.)
Il conte Alberto si innamora di Anna Vermigli e la chiede in sposa al tutore di lei, Lorenzo, suo vecchio amico. Ma dopo aver scoperto da quest'ultimo che il padre di Anna si è suicidato in carcere e che la madre aveva tradito numerose volte il marito, Alberto, convinto assertore della teoria dell'ereditarietà, perde fiducia in Anna. In seguito lo stesso Lorenzo dichiara di essere il vero padre della ragazza e riesce a convincere Alberto dell'assurdità d'applicazione di rigide teorie scientifiche secondo le quali i figli ripetono gli errori e i difetti dei padri. Alberto, così, si ricrede e decide di sposare Anna.

Le ire di Giuliano
Lucia, dopo una lite con il marito Giuliano, si rifugia dalla madre, non potendo più sopportare l' irascibilità del coniuge. Questi giunge a dare spiegazioni del suo comportamento, accusando però Lucia di essere provocatrice delle sue ire, con atteggiamenti di distacco e incomprensioni. Essi, coscienti ognuno delle proprie mancanze, decidono di ritornare insieme, salvando oltre al matrimonio pure i parenti di Lucia, tutti dipendenti dell'aiuto finanziario di Giuliano.

Una commedia inedita (1885-1892)
Elena, moglie del signor Pennini, rifiuta di seguire il marito che, per ragioni di lavoro, deve trasferirsi a Venezia. Egli s'insospettisce ed un giorno sorprende la moglie col proprio innamorato, Adolfo. La gelosia non impedisce però dal Pennini di comprendere le proprie mancanze; egli infatti ha sempre trascurato la moglie, pensando solo agli affari, ed ella aveva finito col sentirsi inutile ed annoiata. Chiedendole perdono, egli la convince poi a seguirlo.

Prima del ballo (1890)
Frammento molto breve in cui Clara riflette sul comportamento degli individui che vanno al ballo per esigenze borghesi e mai per puro e semplice desiderio.

Il ladro in casa (1895)
Ignazio, dopo aver sposato Carla, finge dissesti finanziari per derubare lo zio Marco e il cognato Carlo che cadono nella trappola. Una volta scoperto, vorrebbe fuggire all'estero con l'amante Elena, ma abbandona tale proposito per sfuggire all'arresto; fugge attraverso i tetti, ma cade e si uccide.

L'avventura di Maria (1892-1901)
Maria Tarelli e lo zio, giunti in città per tenervi alcuni concerti, sono ospiti di Giulia ed Alberto Galli per alcuni giorni. Alberto e Maria s'innamorano e progettano di fuggire insieme, ma un intervento del signor Tarelli fa comprendere ad Alberto la sua meschinità. Questi infatti non riesce ad abbandonare la famiglia per amore di Maria, la quale riprende delusa la sua vita di nomade. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Commento e interpretazione de ''La Rigenerazione'' di Italo Svevo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Giansiracusa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Massimiliano Tortora
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

teatro
commento
italo svevo
la rigenerazione
produzione teatrale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi