Skip to content

L’opinione degli infermieri rispetto alla formazione permanente. Risultati di un’indagine

Criteri per l’assegnazione dei crediti ECM

L’assegnazione dei crediti ECM (programma ECM) al professionista della Sanità è valida soltanto se avrà partecipato ad attività o programmi accreditati ed avrà soddisfatto le istanze di valutazione sopra citate.

Per quanto riguarda le possibili modalità di formazione/apprendimento possono essere distinte in dieci tipologie differenti:

1. Formazione residenziale
2. Convegni, congressi, simposi, conferenze (oltre 200 partecipanti)
3. Workshop, seminari, corsi (anche all’interno di congressi ecc.)
4. Formazione residenziale interattiva
5. Training individualizzato
6. Gruppi di miglioramento
7. Attività di ricerca
8. Audit clinico e/o assistenziale
9. Autoapprendimento senza tutoraggio
10. Autoapprendimento con tutoraggio Docenza e tutoring

A ciascuna tipologia individuata, corrispondono determinate indicazioni per il calcolo dei crediti.
Un discorso a parte va fatto per i cosiddetti progetti blended (sistema “misto”). Essi si avvalgono della coesione e alternanza delle svariate modalità ECM includendo, ad es. attività residenziali e di autoapprendimento, ed ancora momenti di ricerca o a “distanza”.
L’assegnazione dei crediti, in questi casi richiede la scomposizione del progetto nelle diverse componenti e la somma dei crediti attribuibili a ciascuna.
Inoltre per le modalità inserite nella tabella su citata, di cui:

* Convegni congressi simposi conferenze;

* Gruppi di miglioramento, ecc.;

* Attività di ricerca;

* Docenza e tutoring,

Il numero massimo di crediti formativi acquisibili non può eccedere, complessivamente, il 60% del monte crediti triennale, ottenibile da un singolo operatore sanitario: n. 90 crediti formativi su 150.

Questo brano è tratto dalla tesi:

L’opinione degli infermieri rispetto alla formazione permanente. Risultati di un’indagine

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Simona Nerone
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2011-12
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Infermieristica
  Relatore: Gaetano Romigi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 79

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

e-learning
fad
formazione a distanza
formazione continua
ecm
educazione continua in medicina
formazione permanente

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi