Skip to content

Fedeli alla linea o eretici. La comunicazione degli Eletti a 5 Stelle

La dissidenza interna di una ''non-associazione''

I numeri rendono il MoVimento primo partito alla camera e generano una stasi che porta all'ingovernabilità. I risultati sono espressione del malcontento del popolo italiano nei confronti della politica "classica". Gli elettori si sono mostrati a favore di cittadini con la schiena dritta e di un programma anti-casta, ma anche di dinamiche di "movimento" spesso sconosciute ai più.
Nonostante le precauzioni tali dinamiche pongono sia gli eletti che il "sistema" M5S in una situazione difficile dato che appare più intricato di quanto teorizzato l'essere portavoce esclusivi della rete.
Prima manifestazione di tale difficoltà viene riscontrata durante la votazione per il Presidente del Senato, che al ballottaggio prevedeva il duello Grasso-Schifani.
Il movimento si è spaccato. Nonostante la linea fosse quella di consegnare scheda bianca alcuni degli eletti, rivendicando la libertà di coscienza, hanno votato a favore dell'ex procuratore antimafia Pietro Grasso.
La neo-senatrice Paola Taverna scrive sul proprio account Facebook: «sì, siamo il Movimento della Rete (…) ma in quella sala avevamo solo tre ore e le nostre coscienze, le nostre emozioni, le nostre lacrime, e la paura di dirvi 'ok, ho fatto questa scelta, ma tu cosa avresti fatto?'»
Tale post esemplifica l'approccio dei cittadini con la realtà complessa della politica. "Primo contatto" che culmina con lo scontro tra la richiesta di epurazione per chi si è «sottratto all'obbligo di trasparenza» (i candidati in Parlamento hanno liberamente firmato un accordo per il quale si impegnano a votare quanto deciso dalla maggioranza del M5S sebbene l'articolo 67 della Costituzione della Repubblica italiana preveda il divieto di mandato imperativo) e l'umana debolezza di chi ha valutato secondo la propria coscienza che Grasso e Schifani non fossero davvero uguali e non condividessero lo stesso spessore "politico".
L'asse Grillo-Casaleggio vorrebbe che gli eletti fossero un sol uomo o (meglio) tutti gli uomini - connessi in rete - un solo portavoce della volontà popolare. Gli eletti invece, discutendo affermano la loro possibilità di giudizio.
Le posizioni dei leader del M5S sono sembrate troppo forti per poter portare avanti una linea che possa fare affidamento su delle idee contrastanti con le posizioni generali. Per questo motivo alcuni degli eletti hanno preferito rinunciare essendosi ritrovati nell'impossibilità di far valere il loro dissenso. Hanno ritenuto che l'unica opportunità fosse dare le dimissioni. Possiamo indicarli come "grillini" dissidenti sia nel caso in cui hanno deciso di dimettersi di propria volontà, sia se espulsi a causa di comportamenti che contrastavano apertamente con la linea del MoVimento o con le norme che lo regolamentano. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Fedeli alla linea o eretici. La comunicazione degli Eletti a 5 Stelle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Malfetano
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2013-14
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Scienze della Comunicazione, Informazione e Marketing
  Corso: Giornalismo, uffici stampa e relazioni pubbliche
  Relatore: Roberto De Rosa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 41

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

e-democracy
beppe grillo
dissidenti
movimento 5 stelle
m5s
casaleggio
grillo-casaleggio
espulsioni movimento 5 stelle
pizzarotti
democrazia partecipata-liquid feedback

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi