Skip to content

Il mercato del lusso: due strategie di marketing internazionale in Cina a confronto

Made in

Nel momento in cui si propone un prodotto al mercato, bisogna tenere conto che le scelte dei consumatori sono determinate dal modo con il quale essi percepiscono e valutano le caratteristiche sia intrinseche (tecnico-fisiche) che estrinseche (prezzo, marca, servizi, ecc.) dei prodotti. Tra gli attributi estrinseci del prodotto si colloca anche la provenienza geografica associata dal consumatore alla marca o al prodotto made in che può influenzare in modo importante i processi di scelta. In alcuni settori, come quello dei beni di lusso, il vantaggio competitivo delle imprese è fortemente ancorato ai valori distintivi dell'immagine Paese. Ne consegue che l'attenta gestione dell'immagine di un Paese può conferire alle imprese di quel paese un vantaggio competitivo sui mercati mondiali.

Le parole made in… trasmettono informazioni importanti su un prodotto o un brand, tanto da costituire, dopo la sicurezza, il principale fattore che determina la decisione d'acquisto dei consumatori. Infatti, proprio la provenienza dei prodotti diventa un aspetto fondamentale con circa l'80% dei consumatori che dichiara di verificare l'origine dei prodotti acquistati, soprattutto nei paesi emergenti.

In queste due parole è concentrato un gran significato in grado di influenzare le scelte del consumatore. Là dove il made si riferisce al luogo di produzione del prodotto ed è correlato ad aspetti tecnici e tecnologici, a certificazioni e standard di sicurezza, l'in parla invece della dimensione geografica e fa leva sugli aspetti emozionali e intangibili legati alla percezione dei brand-paese. In sostanza, ciò che completa la dicitura made in… fa la differenza, e ha un impatto sostanziale sulla percezione del brand o de prodotto in questione.

Numerosi studi hanno dimostrato che per trasformare l'origine in un vero e proprio asset, i brand oggi devono cercare di dimostrare di avere una reale connessione con il paese da cui provengono. Un'azienda deve essere fisicamente presente in un paese; i suoi brevetti o il suo design devono essere il prodotto di un specifico talento legato a quel paese; la produzione, o almeno una parte di essa, deve avvenire nel paese di origine. Oggi l'autenticità è un fattore cruciale su cui i consumatori non transigono. Il made in è dunque un asset irrinunciabile.

Bisogna inoltre tenere conto che la globalizzazione ha messo in discussione la percezione del made in causando una crescente differenziazione tra il paese d'origine del marchio, il luogo del design e il luogo di produzione, potenzialmente creando più confusione per il consumatore. Inoltre, nel mondo di oggi, i consumatori hanno la possibilità di accedere liberamente alle informazioni delle società e dei relativi prodotti. Ciò ha fatto si che il made in acquisisse una maggiore influenza e importanza per i consumatori, "dove e com'è fatto" ora conta sempre di più per gli acquirenti, i quali sono più attenti a standard di sicurezza, di qualità ed ecologici.

Il concetto di made in fin qui esposto rientra in quello più generale di country firma, il quale può essere definito come la rappresentazione strategica del paese avente la finalità di valorizzare il capitale reputazionale attraverso la promozione degli interessi economici, politici e sociali nazionali sia a livello domestico, che internazionale.

Il country branding possiede una grande rilevanza strategica che consiste nella capacità di supportare l'immagine del paese in modo da far percepire all'esterno l'identità competitiva cui investitori, consumatori e opinione pubblica in generale sembrano riferirsi nella formazione delle proprie scelte economiche.

La strategia di place branding, molto utilizzata del settore del lusso e fattore intrinseco di esso, è uno strumento centrale per la competitività dei paesi, nonché, ovviamente per la gestione e la valorizzazione della country reputation. Sempre a livello teorico, il country branding dovrebbe concretizzarsi in una raffigurazione coerente della country identity capace di rappresentare in modo innovativo le realtà economiche, sociali, politiche e culturali del paese, così da migliorarne le percezioni presso l'audience (country image) e da alimentare gradualmente la fiducia e credibilità di un paese (country reputation).

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il mercato del lusso: due strategie di marketing internazionale in Cina a confronto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Cavilli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Management per l'impresa
  Relatore: Edoardo  Staiti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 130

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
asia
cina
lusso
beni di lusso
louis vuitton
gucci
made in
strategie marketing internazionale
player del lusso

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi