Skip to content

La preparazione fisica del calciatore

La flessibilità per il calciatore

Nel calcio per una buona esecuzione del movimento, la flessibilità è fondamentale, si a livello quantitativo che qualitativo. La sua formazione ottimale, e cioè lo sviluppo che si adegui alle esigenze calcistiche, ha effetti positivi complessi sullo sviluppo dei fattori fisici della prestazione e delle abilità sportive. Inoltre ha effetti positivi sullo sfruttamento del potenziale atletico esistente, sull’atteggiamento di fronte all’allenamento, e in modo particolare sulla prevenzione degli infortuni.

La funzione importantissima della flessibilità in ambito calcistico si evince dalle seguenti considerazioni:

* Con l’aumento della flessibilità i movimenti possono essere eseguiti con maggiore forza e velocità, per la diminuita resistenza degli antagonisti. Per contro, la forza dei muscoli accorciati e con poca capacità d’allungamento diminuisce. Anche la capacità di prestazioni di resistenza è maggiore quando la capacità d’allungamento è ben sviluppata, in quanto la richiesta energetica diminuisce, e come conseguenza il movimento si svolge in modo più economico;
* Senza un sufficiente sviluppo delle capacità muscolari di contrazione e di rilassamento, non è possibile un movimento perfetto, a livello di coordinazione e di tecnica, perché esso non raggiunge mai un’esecuzione ottimale nella sua dinamica spazio – tempo. Una perfetta esecuzione delle tecniche specificamente calcistiche richiede una buona formazione della flessibilità che riguarda:
* L’attuazione di veloci movimenti a pendolo del tronco nell’esecuzione di finte e dribbling;
* I calci con il pieno colo del piede, che per essere precisi, oltre a una buona tecnica d’esecuzione richiedono una buona capacità di allungamento dell’articolazione tibio – tarsica superiore;

Nell’immagine si può vedere l’influenza delle posizione del piede e della capacità di allungamento tibio – tarsica sulla traiettoria del pallone colpito con il collo piede. Nella prima immagine vi è un incompleta estensione dell’articolazione con il pallone calciato male, mentre nella seconda l’estensione è completa e di conseguenza il tiro è perfetto.
* L’intercettazione del pallone utilizzando la tecnica del tackle scivolato richiede una buona flessibilità dell’articolazione dell’anca;
* Il tiro con il movimento rotatorio dei fianchi richiede un’elevata flessibilità dell’articolazione dell’anca e in particolare dei muscoli adduttori del femore.

Quindi la flessibilità è importante sia nei compiti di attacco che di difesa. Essa inoltre, risulta fondamenta per il portiere che nei suoi gesti tecnici, deve essere dotato di una straordinaria capacità di flessibilità, soprattutto dell’anca.
* Le sollecitazioni calcistiche consistono principalmente in scatti brevi, cambi di direzione improvvisi, stop, salti e tiri, ed essendo questi movimenti molto dinamici e spesso aciclici richiedono non soltanto una muscolatura con facoltà di forza istantanea molto elevata, ma anche un’elasticità e capacità di allungamento e rilassamento molto sviluppate dei muscoli interessati; quindi una buona flessibilità costituisce una buona profilassi degli infortuni. A dimostrazione di quanto detto sono stati fatti diversi studi che hanno dimostrato l’effetto positivo di un allenamento di flessibilità nella prevenzione degli infortuni. Ad esempio, si è potuto accertare che L’Amburgo SV, squadra partecipante al campionato di Bundesliga, ha ottenuto una diminuzione degli infortuni del 40% nei primi 30 minuti di gioco dopo l’introduzione di un piano di allenamento di stretching. Poi, come emerge dagli studi di Schober et al., l’assimilazione dello sforzo è limitata dalla capacità individuale di rilassamento muscolare che si può però influenza con lo stretching; l’esercitazione motoria per una flessibilità e una capacità di allungamento e di rilassamento migliorata, rappresenta quindi un provvedimento indispensabile nell’immediata preparazione dell’allenamento e della gara in quanto previene processi degenerativi a livello articolare e motorio. Questa prevenzione si esplica anche nella motivazione individuale all’allenamento, in quanto il giocatore che è spesso infortunato è meno motivato nello svolgere un duro lavoro perché è intimorito da eventuali infortuni e dalla conseguente situazione di decondizionamento che lo porterebbe a ricominciare tutto da zero, vanificando gli sforzi.

Da quanto detto sopra si evince, che l’influenza della flessibilità sulla qualità d’esecuzione dei processi motori e tecnici non è da trascurare, anzi è utile pianificare adeguatamente un allenamento per svilupparla. Infatti la mancanza di flessibilità rende meno efficaci ed efficienti i gesti tecnici, danneggia le strutture muscolari, ossee, tendinee, legamentose e articolari ed infine è utile per la motivazione del calciatore al fine di non renderlo psicologicamente fragile dinnanzi all’allenamento, per l’influenza di infortuni pregressi che condizionano il suo atteggiamento verso il sacrificio.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La preparazione fisica del calciatore

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Pasquale D'antonio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli studi di Napoli "Parthenope"
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze Motorie e del Benessere
  Relatore: Domenico Tafuri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 166

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

calcio
sport
scienze motorie
preparazione atletica
allenamento calcio
preparazione fisica del calciatore
preparazione precampionato
preparatore atletico calcio
zeman
metodi di allenamento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi