Skip to content

L'evoluzione femminile attraverso i personaggi di Benito Pérez Galdos, Juan Marsè e Juan José Millas

La narrativa del postguerra

Il sistema oligarchico instauratosi alla fine del secolo XIX restò saldo fino al 1931 eccetto durante la dittatura del generale Miguel Primo de Rivera (1923-1930). Nel 1932 si ebbe la proclamazione della seconda repubblica.

Quando questa iniziò ad assumere alcuni caratteri autoritari (legislazioni religiose di carattere pesantemente repressivo, ecc.), le correnti di dissenso esplosero. Il generale Francisco Franco era alla guida dell'esercito di ribelli che entrò in Spagna passando dal Marocco, sostenuto dalla Germania nazista e dall'Italia fascista. Il 29 settembre 1936 fu ufficialmente dichiarato Generalísimo de los ejércitos de Tierra, Mar y Aire. Ne seguì una sanguinosa guerra civile, vinta la quale, nell'aprile 1939, il Generalísimo assunse la guida definitiva dello Stato, instaurando un regime dittatoriale di stampo fascista noto come franchismo.

Egli soppresse ogni sorta di libertà pubblica, dissolse i partiti di sinistra e proibì i vari organi legislativi popolari.

Rimase al potere fino alla sua morte nel 1975 .
Ovviamente un’esperienza del genere ebbe ripercussioni anche in ambito letterario. Molti intellettuali lasciarono la penisola per stabilirsi in Messico, Francia e Stati Uniti: si parla, infatti, di una narrativa dell’esilio.

Il panorama sociale spagnolo, alla fine della guerra civile, mostrava soltanto distruzione e povertà. In quello letterario grande rilievo può essere attribuito al famoso romanzo di Camilo José Cela, La familia de Pascual Duarte del 1942, periodo in cui la Spagna si trovava in piena dittatura franchista. Gli anni '40 furono quelli in cui il regime si fece più autarchico. La forte repressione interna e la censura vietavano che si parlasse della guerra civile (1936-39) e delle morti da essa causate. Altri tabù erano argomenti quali la famiglia, la patria e Dio.

Ovviamente risultò difficile per il popolo spagnolo, turbato dalle angosce della guerra, non parlare di questi argomenti.

La familia de Pascual Duarte è un romanzo apparentemente anacronistico che manca di riferimenti storici o politici;
è un romanzo oggettivo che però ha al suo interno una proposta eversiva del sistema e lascia trasparire la necessità di una riforma sociale. Da questo punto di vista è quindi un romanzo strettamente legato all'epoca nella quale viene scritto.

Il protagonista del romanzo è Pascual Duarte, un condannato a morte che, mentre si trova in carcere e attende l'esecuzione, decide di raccontare la propria vita segnata da azioni brutali che egli stesso ha commesso.

Secondo Duarte il suo comportamento negativo deriva da un condizionamento sociale in quanto l'uomo è ciò che la società gli permette di essere. Cela ci presenta quindi un mondo fatto di morte, violenza, crimini e adulteri, un mondo che suscita compassione ma allo stesso tempo amarezza.

Questo brano è tratto dalla tesi:

L'evoluzione femminile attraverso i personaggi di Benito Pérez Galdos, Juan Marsè e Juan José Millas

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Anna Verdoliva
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Maria Alessandra Giovannini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi