Skip to content

La morte del giornale cartaceo

Dal cartaceo al digitale: esempi di nobili trasformazioni

Per poter illustrare le differenze tra la carta stampata e le informazioni online, ho pre-so in considerazione tre famosi quotidiani europei.
Ho scelto di presentare la rivista “Le Monde” perché la sua versione interattiva è in questo momento il leader dei siti francesi d’informazioni. È stata creata il 19 dicembre 1995. Questo giornale è anche il più diffuso all'estero con ben 40.000 copie distribuite al di fuori dei confini dell'esagono. Il sito propone un’edizione completa che offre quasi l'intero contenuto testuale del giornale con importanti contenuti multimediali. Inoltre, “Le Monde”, online è costantemente aggiornato per offrire in tempo reale tutte le notizie. Per accedere agli archivi della rivista, al e-Journal o ad altri servizi esclusivi, è necessario, tuttavia, un abbonamento.

Il quotidiano “La Stampa” è stato fondato nel 1867 nella città di Torino con il nome di “Gazzetta Piemontese”. A quel tempo aveva una tiratura di 20.000 copie al giorno. Oggi, il famoso quotidiano italiano, ha aumentato del 15% le copie stampate e vende circa 310.000 copie giornaliere collocandosi al terzo posto nella classifica del “quotidiano più diffuso” in Italia dopo “Il Corriere della Sera” e “La Repubblica”. Nel 1999, La Stampa crea il proprio sito web. Offre ai suoi lettori la possibilità di accedere a tutte le notizie on line del giornale. È disponibile anche in versione e-book dal 2008. La Stampa ha una pic-cola particolarità perché offre ai suoi visitatori l'accesso gratuito a tutti i suoi archivi dal 1867 ad oggi. Inoltre, offre una versione inglese del proprio sito web per attirare i lettori stranieri.

Il “New York Times” è un quotidiano di New York fondato nel 1851. È uno dei gior-nali americani più famosi e importanti che ha vinto 98 premi Pulitzer, assegnati dalla Co-lumbia University. Questo è considerato il premio più prestigioso per il giornalismo ameri-cano. Il suo motto è “All the news that’s fit to print” (Tutte le notizie che meritano di essere stampate). Circa 1,15 milioni di copie di giornali vengono distribuite ogni giorno e più di 1,6 milioni la domenica. Il quotidiano è al terzo posto tra i giornali più letti negli Stati Uniti, dopo The Wall Street Journal e l’USA Today. Il NYT lancia la sua versione quotidiana sul Web nel 1996, che è il sito d'informazione americana più visitato, con 30 milioni di vi-sitatori al mese. Consente di accedere a tutti i contenuti del quotidiano e al suo archivio. Un’applicazione dedicata al NYT è disponibile sui prodotti a marchio Apple dal 2008. Come la maggior parte dei giornali on-line, il New York Times propone ai suoi lettori un abbonamento per accedere agli archivi, alla rivista elettronica ed ad altri servizi esclusivi. Inoltre, il sito online permette ai suoi utenti di leggere venti articoli al mese; una volta su-perato questo limite, il servizio sarà a pagamento.

Altro breve, ma fondamentale esempio di adattamento ai ritmi dell’incessante rivolu-zione mediatica è quello del “Lloyd’d List”, quotidiano marittimo con notizie sull’industria delle spedizioni e primo giornale che da più tempo esce senza interruzioni, il cui primo numero è apparso a Londra nel 1734.

La novità, in assoluto, è che Lloyd’d List lascia la carta perché ha successo. Abban-dona l’edizione tradizionale perché questa viene sfogliata da appena il 2% dei lettori. Gli altri utenti, infatti, accedono alle informazioni quotidiane, aggiornate 24 ore su 24, attra-verso interne o le altre piattaforme digitali. L’addio alla carta, però, non è una battuta d’arresto: da tempo la società, infatti, sta investendo nel digitale con uno slogan accattivan-te, sintesi dei principi portati avanti dal quotidiano britannico: “In un mercato online inon-dato da notizie affidabili, affermazioni non verificate e gossip senza limiti, Lloyd’s List s’impegna a garantire i più alti standard d’integrità e accuratezza giornalistica”. L’ultima copia cartacea del Lloyd’s List è uscita il 20 dicembre 2013, dopo quasi 289 anni di pub-blicazioni senza interruzioni.

Questi esempi illustrano il fatto che, oggigiorno, la versione digitale è necessaria per tutti principali quotidiani internazionali. Le nuove tecnologie si stanno sviluppando molto rapidamente e offre degli usi sempre più veloci, sempre più semplici e chiari e sicuramente più intuitivi. La carta stampata deve essere rinnovata e ha iniziato da qualche anno un im-portante punto di svolta nella sua storia.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La morte del giornale cartaceo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Carmine D'avino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Salvatore Lombardo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 36

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

internet
giornalismo
libertà di stampa
carta stampata
editoria
giornale
libera manifestazione del pensiero
stampa del web
stampa cartacea
edizione on -line

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi