Skip to content

Verso una Psicologia di Cure Primarie in Italia: progetto sperimentale di collaborazione fra medici di base e psicologi nell’UTAP di Carmignano di Brenta (PD)

Competenze dello psicologo di cure primarie

"A livello di cure primarie, le capacità professionali e la qualità del terapeuta sono fondamentali. Le risorse sono scarse, il tempo a disposizione è limitato, e la capacità di valutare e intervenire psicologicamente in modo adeguato e qualitativamente elevato è una competenza cruciale. Inoltre, la varietà e l'ecletticità della sintomatologia e della psicopatologia che si possono incontrare in questi contesti è estremamente vasta e complessa, variando da semplici problemi di adattamento a situazioni di cambiamento di vita, fino a patologie complesse di tipo schizofrenico o psicotico".
[Liuzzi M. (2010), Psicologia di Cure Primarie. Concetti, metodi e ricerca clinica., Cis editore, Milano]

Ciò significa che lavorare nel settore delle cure primarie richiede molte competenze, professionalità ed esperienza, proprio per poter far fruttare al massimo le poche risorse disponibili.

"Gli operatori di PCP devono possedere competenze psicoterapeutiche, comunicative e psicosociali. Devono saper condurre efficacemente un colloquio clinico, essere in grado di sviluppare relazioni interpersonali positive, avere tecniche di counselling, capacità di ascolto empatico, modalità di comunicazione persuasiva e anche direttiva. Devono inoltre conoscere la realtà dove operano e dove vivono i pazienti. Naturalmente, per realizzare queste competenze, è necessaria una costante e robusta attività di supervisione, di formazione, di aggiornamento e di counselling verso gli operatori di PCP, sia da parte degli specialisti del secondo e terzo livello di cure mentali, sia da parte di esperti".
[Liuzzi M. (2010), Psicologia di Cure Primarie. Concetti, metodi e ricerca clinica., Cis editore, Milano]

Ruddy, Borresen e Gunn evidenziano alcune caratteristiche fondamentali che dovrebbero essere proprie di uno psicologo di cure primarie:
• Esprimere un effettivo impegno nella volontà di collaborazione con il mondo della sanità
• Saper creare una mentalità collaborativa, attraverso il lavoro di squadra, in sinergia con tutti gli altri professionisti coinvolti nell'intervento
• Definire un repertorio di pratiche condivise, come modelli operativi e comunicativi condivisi, efficaci e univoci
• Creare una rete di medici fortemente coinvolti nel progetto
• Promuovere e attivare una gestione condivisa del caso, definendo un sistema di tracciabilità del percorso del paziente e di condivisione dei suoi dati nella rete

Ad oggi in Italia non esiste un percorso di formazione specifico per tale figura, diversamente da quanto accade per esempio in Olanda, di cui tratterò nei prossimi capitoli. Qualora il servizio di psicologia di cure primarie prenderà piede in Italia (ricordo che esiste già un progetto di legge, non ancora dibattuto in parlamento di cui tratterò in seguito), occorrerà anche valutare la strutturazione di un percorso formativo specifico, comprensivo di tirocinio professionalizzante in questo settore, che consenta allo psicologo in formazione di acquisire competenze a proposito di:
• Componenti biologiche di salute e malattia: conoscenza di anatomia umana, di fisiologia, di patologia fisiologica e conoscenza generale della farmacologia, con particolare attenzione agli psicofarmaci.
• Componenti psicologiche di salute e malattia: conoscenza delle dinamiche affettive, emotive e motivazionali che possono influenzare lo stato di salute del paziente, delle reazioni alla patologia fisica, gli stili difensivi, di coping e di adattamento. Comprende anche la conoscenza delle principali tecniche di assessment di funzionamento psicologico e di diagnosi psicopatologica.
• Componenti socioculturali di salute e malattia: ovvero conoscenza dei fattori sociali e culturali che influenzano tali dimensioni della vita, analisi delle problematiche socioeconomiche, politiche, di religione, di genere, di etnia, di disabilità all'interno di una specifica comunità.
• Politiche sanitarie e sistemi organizzativi: conoscenza dei fondamenti di organizzazione sanitaria e dei modelli di finanziamento della salute, conoscenza dei modelli socio-sanitari.
• Problematiche specifiche delle cure primarie: ovvero conoscenza dei servizi presenti sul territorio e delle modalità di interazione e comunicazione esistenti. Valorizzazione degli interventi di prevenzione e promozione della salute; visione integrata e olistica della dinamica mente-corpo.
• Valutazione diagnostica e definizione dei percorsi terapeutici: lo psicologo deve possedere una capacità di analisi e di valutazione dei bisogni dell'individuo e della comunità in cui opera. A tal fine deve saper utilizzare gli strumenti diagnostici per la valutazione dello stato psicologico della persona.
• Competenze nell'ambito dell'interculturalità, ovvero deve saper interpretare correttamente l'esperienza della diversità di genere, di cultura, di razza, di età.
• Conoscenze delle principali tecniche di analisi medica.
• Psicoterapia e interventi psicologici: il PCP deve avere competenze nella progettazione e gestione di percorsi diagnostico-terapeutici, competenze di psicoterapia individuale, di gruppo, familiare e di consultazione.
• Formazione, discussione dei casi, focus group con i medici di medicina generale.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Verso una Psicologia di Cure Primarie in Italia: progetto sperimentale di collaborazione fra medici di base e psicologi nell’UTAP di Carmignano di Brenta (PD)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Capitanio
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Marco Sambin
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 167

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

evidence-based medicine
approccio bio-psico-sociale
psicologia di cure primarie
medicina di base
psicologo di base
psicologia territoriale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi