Skip to content

La competenza territoriale come regolata dal nuovo codice del processo amministrativo: criterio ordinario ed eventuali deroghe

L’informativa prefettizia antimafia

Il secondo “momento” della sentenza in esame, di cui la massima non poteva non tenerne conto, è quello che attiene all’istituto dell’informativa antimafia; la massima, infatti, stabilisce: “L'informativa prefettizia antimafia non costituisce atto avente portata generale né ha efficacia sull'intero territorio nazionale, bensì opera in seno al singolo rapporto cui afferisce e, pertanto, spiega i suoi effetti "diretti" nell'esclusivo ambito della circoscrizione territoriale ove quest’ultimo sia costituito e si svolge”.

L’informativa prefettizia antimafia è il provvedimento adottato dalla prefettura U.t.g. periferica, competente per territorio, essa costituisce una misura preventiva volta a colpire l'azione della criminalità organizzata impedendole di avere rapporti contrattuali con la pubblica amministrazione. L' informativa è una misura a carattere preventivo, la quale prescinde dall'accertamento di singole responsabilità penali nei confronti dei soggetti che, nell’esercizio di attività imprenditoriali, hanno rapporti con la pubblica amministrazione e si fonda sugli accertamenti compiuti dai diversi organi di polizia valutati, per la loro rilevanza, dal Prefetto territorialmente competente; la valutazione da cui essa scaturisce, è pertanto espressione di ampia discrezionalità che può essere assoggettata al sindacato del giudice amministrativo solo sotto il profilo della sua logicità, in relazione, alla rilevanza dei fatti accertati; e che, essendo il potere esercitato espressione della logica di anticipazione della soglia di difesa sociale, finalizzata ad assicurare una tutela avanzata nel campo del contrasto alle attività della criminalità organizzata.

La misura informativa prefettizia, come chiarisce il C.d.S ( sent. n.254/2012 sez. III) non deve necessariamente collegarsi ad accertamenti in sede penale di carattere definitivo e certi sull'esistenza della contiguità dell’impresa con organizzazione malavitose, e quindi del condizionamento in atto dell'attività di impresa, ma può essere sorretta da elementi sintomatici e indiziari da cui emergano sufficienti elementi del pericolo che possa verificarsi il tentativo di ingerenza nell’attività imprenditoriale della criminalità organizzata. Per quello che concerne la sentenza in commento e oggetto del presente lavoro essa i interessa, nei limiti, del suo contenuto e in particolare sulla localizzazione degli effetti che essa spiega.

Il punto l’ordinanza n.33 del 2012 ha precisato: “L’informativa antimafia emessa dal Prefetto non è atto avente portata generale né ha efficacia sull’intero territorio nazionale, bensì opera in seno al singolo rapporto cui afferisce e, pertanto, spiega i suoi effetti “diretti” nell’esclusivo ambito della circoscrizione territoriale ove quest’ultimo è costituito e si svolge”.

Il secondo punto della massima non fa altro che ribadire la natura dell’informativa antimafia e una volta statuitene la portata territorialmente limitativa, sebbene emessa da un autorità avente un collegamento con l’autorità statale. Infatti, la prefettura è si organo dello stato ma la stessa organizzazione territoriale, effettuata in base alle circoscrizioni, è segnale di un’esigenza di semplificazione che è stata poi il motivo della revisione della disciplina.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La competenza territoriale come regolata dal nuovo codice del processo amministrativo: criterio ordinario ed eventuali deroghe

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rosalia Manuela Longobardi
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Scuola per le Professioni Legali
Anno: 2013
Docente/Relatore: Maurizio Asprone
Istituito da: Università Telematica Guglielmo Marconi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 46

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

territoriale
connessione
antimafia
competenza territoriale
codice processo amministrativo
competenza per ragioni di connessione
art 13 c.p.a
informativa prefettizia
c.p.a
modifiche c.p.a art 13

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi