Skip to content

Italiano e camfranglais a contatto: aspetti sociolinguistici dell'immigrazione camerunense a Pavia

Il code-switching

Per code-switching si intende il passaggio da una lingua all'altra all'interno del medesimo evento linguistico da parte di un parlante bilingue (Berruto, 2002 : 257). Sebbene questa definizione possa apparire problematica nel contesto di questa ricerca, dal momento che lo stesso camfranglais, come si è visto, non è altro che il risultato della commistione di lingue diverse, è bene ricordare che esso, nel corso di questo elaborato, è stato preso in considerazione in quanto sistema linguistico e che quindi l'alternanza in questione riguarda essenzialmente l'italiano e il camfranglais.
Il rilevamento di porzioni di parlato analizzato nel capitolo precedente ha messo in evidenza almeno tre delle funzioni della commutazione di codice elencate da Gumperz (1982), il caposcuola degli studi sul valore pragmatico del code-switching; esse sono:

- la citazione: il parlante riporta il discorso diretto nella lingua in cui questo è stato prodotto (esempio (36));
- l'interiezione: esclamazione o riempitivo del discorso (esempi (33), (34) e (35));
- la ripetizione: il parlante ripete il messaggio o una sua parte nell'altra lingua, per chiarificazione o per enfasi (esempio (32)).

Nel tentativo di individuare gli aspetti cognitivi che soggiaciono al code-switching, Lüdi e Py (2003) mettono in evidenza come l'individuo bilingue, il quale si trovi ad operare una scelta di codice, non si trovi semplicemente nella condizione di scegliere tra due unità lessicali costruite per designare lo stesso "oggetto del mondo"; egli si riferisce, invece, ad oggetti del mondo costruiti in funzione di sistemi linguistici differenti. Gli stessi autori spiegano, inoltre, come soprattutto per il migrante le unità lessicali della lingua d'origine non coincidano necessariamente con le rappresentazioni costruite in funzione della comunità linguistica e culturale ospitante (e viceversa). Questo potrebbe spiegare, per esempio, perché nell'esempio (28) si faccia ricorso al termine italiano: infatti la mensa italiana potrebbe verosimilmente designare un "oggetto costruito" differente rispetto alla cantine camerunense, così come l'ibridismo "station" dell'esempio (41) potrebbe avvicinarsi di più alla rappresentazione mentale della stazione italiana rispetto alla gare camerunense.

Il riempimento di lacune lessicali, anche al fine del miglioramento della designazione, costituisce un'importante spinta alla commutazione di codice. Nell'esempio (29), i termini utilizzati per indicare le portate dei pasti non potrebbero che essere in italiano, dal momento che il parlante sottolinea come nel suo Paese esse non siano utilizzate.

Bisogna tuttavia riconoscere che non sempre il passaggio da una lingua all'altra o l'uso di discorso mistilingue sembra avere una funzione precisa: è specialmente il caso di molte delle commutazioni che avvengono all'interno dell'entità sintattico-discorsiva "frase", le quali, si noti, costituiscono la quasi totalità degli esempi illustrati al capitolo precedente. Non è sempre facile assegnare un valore discorsivo o una funzione pragmatica a passaggi di questo genere, in quanto spesso non coincidono con un cambiamento nel flusso della situazione comunicativa e, talvolta, paiono dovuti semplicemente all'equiparabilità funzionale dei due diversi codici (Berruto, 2002 : 261).

Questo brano è tratto dalla tesi:

Italiano e camfranglais a contatto: aspetti sociolinguistici dell'immigrazione camerunense a Pavia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora, Claudia, Maria Margherita Gioia
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere
  Relatore: Marina Chini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 113

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sociolinguistica
linguistica
immigrazione
camerun
pavia
argot
sociolinguistic
camfranglais
frankanglais
francocam

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi