Skip to content

Alla ricerca del titolo perduto: l'adattamento del titolo cinematografico in italiano

Titoli tradotti non letteralmente

Il caso che, però, ha suscitato più interesse è lo stravolgimento che può avvenire in una traduzione dal titolo anglo-americano a quello italiano. Ci troviamo di fronte a titoli che possono essere modificati, alcuni in maniera più evidente, altri meno. La causa di questa tendenza generale sembra essere dovuta, come sostiene Rossi, alla "maggiore esplicitezza e, quindi, della banalizzazione".

Riportiamone, dunque, alcuni esempi: The Arbitrage, La frode (2012), The notebook, Le pagine della nostra vita (2004), A walk in the clouds, Il profumo del mosto selvatico (1995), The wedding planner, Prima o poi mi sposo (2001), Intolerable cruelty, Prima ti sposo poi ti rovino (2003), The vow, La memoria del cuore (2012), Message in a bottle, Le parole che non ti ho detto (1999), What dreams may come, Al di là dei sogni (1998), Failure to launch, A casa con i suoi (2006), Music and lyrics, Scrivimi una canzone (2007), America's sweethearts, I perfetti innamorati (2001), The Perks of being a Wallflower, Noi siamo infinito (2012), Hope springs, Il matrimonio che vorrei (2012), That's my boy, Indovina perché ti odio (2012), Trouble with the Curve, Di nuovo in gioco (2012), Get the Gringo, Viaggio in paradiso (2012).

Il film appartenente a questa categoria che ha attirato maggiormente l'attenzione della critica è The eternal sunshine of the spotless mind (2004), tradotto in italiano con Se mi lasci ti cancello. Il titolo italiano ha, in questo caso, "cancellato" l'eleganza e la poeticità del titolo originale, tratto da un verso dell'opera Eloisa to Abelard (1717) del poeta inglese Alexander Pope. Alcuni versi della poesia vengono inoltre citati all'interno del film.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Alla ricerca del titolo perduto: l'adattamento del titolo cinematografico in italiano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jessica Pagni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Mediazione linguistica
  Relatore: Marisa Di Lello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi