Skip to content

La sintesi intratecale di IgG nel liquor: tecniche di rivelazione ed identificazione.

Proteine liquorali

Circa l'80% delle proteine liquorali deriva da un processo di filtrazione delle proteine plasmatiche e solo una percentuale molto bassa,il rimanente 20%, viene sintetizzata dal tessuto nervoso; successivamente tramite il liquido interstiziale, viene riversata nel liquor.

La presenza nel liquor delle proteine di origine plasmatica dipende dalla loro capacità di attraversare la BEL; tale capacità è condizionata dalla massa e dal raggio idrodinamico della stessa proteina. Se una proteina passa attraverso la barriera ciò è dovuto alle dimensioni molecolari, pertanto nessuna proteina di origine plasmatica è esclusa dal passaggio.

Le proteine liquorali provenienti dall'encefalo sono invece trattenute nel liquor dalla BEL e tendono a concentrarsi più nel liquor che nel plasma. Eseguendo l'elettroforesi zonale, il tracciato delle proteine liquorali è simile a quello delle sieroproteine; si riscontra una diminuzione della zona Alfa2 e Gamma, di contro si evidenziano quattro bande in più rispetto a quelle del siero;due dovute a proteine sintetizzate dai plessi corioidei (Prealbumina e Asialotransferrina) e due proteine sintetizzate a livello delle meningi (Cistatina C e Prostaglandin D syntetase).

Nel liquor, dunque si riscontrano:
- Proteine di origine esclusivamente plasmatica;
- Proteine di origine esclusivamente cerebrale;
- Proteine di origine mista (nel caso vi siano entrambe le componenti).


Il dosaggio di una proteina liquorale assume quindi un diverso significato fisiologico:
- Le Proteine di origine esclusivamente plasmatica danno una informazione sullo statodella barrieraemato-liquorale(il rapporto della concentrazione siero/liquor dell'albumina ci da questo tipo di indicazione poiché l'albumina è di sintesi esclusivamente epatica).
- Le Proteine di origine esclusivamente cerebrale sono i marcatori ottimali per l’indicazionedi patologie cerebrali.
- Le Proteine di origine mista possono anch'esse essere usate comemarcatori di patologie cerebrali(nellacondizione in cui venga eliminata la componente di origine plasmatica del dato analitico liquorale per evidenziare così esclusivamente la componente di origine cerebrale).

Questo brano è tratto dalla tesi:

La sintesi intratecale di IgG nel liquor: tecniche di rivelazione ed identificazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Casanova Borca
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Tecniche di Laboratorio Biomedico
  Relatore: Domenico Lio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 32

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi del liquor
esami sclerosi multipla
k free
lambda free
isoelettrofocusing
analisi csf

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi