Skip to content

Product placement e location placement nell’industria cinematografica

Efficacia e vantaggi del product tie in

L'inserimento dei prodotti o dei marchi all'interno dei diversi film, può avere dei vantaggi in relazione a diversi elementi:

• il product placement può risultare più efficace rispetto all'impiego di testimonial nella pubblicità tradizionale, in quanto non presuppone un rapporto economico diretto tra l'attore e l'inserzionista, permettendo un trattamento del prodotto senza i soliti stereotipi pubblicitari. Ma se lo spettatore deduce un'immissione di product placement troppo artefatta, ciò – ovviamente - non si ripercuoterà in maniera vantaggiosa.

• Con il product placement si possono abbattere i costi di realizzazione della pellicola (un esempio sono le sinergie e le consulenze apportate per la realizzazione del film "Lezioni di cioccolato" del 2007).

• Con la tecnica del product placement entra in gioco un "transfert emotivo" dal prodotto al divo che lo sponsorizza. A questo proposito si parla di endorsement ovvero la "modalità di diffusione di un messaggio pubblicitario che prevede l'intervento di testimonial chiamati a presentare un prodotto a potenziali acquirenti, dimostrandone il funzionamento in determinati contesti ed occasioni". La figura del testimonial, complice "passivo" in una campagna pubblicitaria, si evolve quindi in quella di endorser, responsabile "attivo" della veicolazione di un messaggio pubblicitario, passaggio considerato fondamentale per la comunicazione pubblicitaria in determinati settori.

L'interesse con cui le persone seguono lo sviluppo delle scene di un film, il transfert emotivo ed il conseguente coinvolgimento che ne segue, sono senza eguali se si tiene conto di tutti gli strumenti di comunicazione aziendale ad oggi conosciuti.

Il product placement chiama in causa un concetto caro alla psicologia ed alle scienze umane qual è l'imitazione. Essa può avere valenza positiva se l'oggetto di imitazione viene preso come spunto o punto di partenza ed è portatore di influssi positivi, degni di poter essere accolti nel comportamento altrui, come ad esempio uno stile di vita o una tipologia di abbigliamento. Spesso può accadere che un personaggio del cinema sia oggetto di imitazione.

'Effetto enfasi' - La presentazione di prodotti e marche all'interno delle pellicole cinematografiche avviene con l'intento di riprodurre un ambiente reale, nel quale prodotti e marche trovano una normale collocazione ed utilizzo. In questo senso, il product placement consente di attribuire alla pellicola connotati di aderenza alla realtà, senza interrompere il naturale svolgimento della scena, anzi valorizzandola ed arricchendola di elementi. Il product placement può quindi integrarsi perfettamente in un film ed essere naturalmente accettato dal pubblico, anche quando nella pellicola sia prevista un'enfasi specifica sul prodotto o sulla marca, come si verifica, ad esempio, nel caso di un'esposizione particolarmente ostentata o di fronte ad un uso non convenzionale del prodotto. L'effetto enfasi poggia quindi sulla naturale accettazione della presenza del prodotto/marca nella pellicola e si sviluppa mediante adeguati artifici che consentono di concentrare l'attenzione dello spettatore sul prodotto/marca, senza distogliere il suo interesse dalla scena e dall'azione del film.

Il product placement permette l'inserimento di prodotti e marchi caratterizzati dal reale utilizzo, oggetti che vengono utilizzati concretamente anche nella vita quotidiana, convenzionalmente e non. Il vantaggio non consta unicamente in un maggiore realismo alla pellicola ma anche in una maggiore visibilità del prodotto o marchio rispetto ad altri strumenti di comunicazione differenti dal cinema. Questo poiché il cinema è uno dei più popolari fenomeni culturali.

Un altro vantaggio del product placement è legato all'affollamento pubblicitario nelle pellicole cinematografiche. L'affollamento incontra il suo limite nella capacità del pubblico di accettare la presenza delle marche nelle scene. Il posizionamento di un brand o di un prodotto all'interno di una scena, non deve essere percepito come interruzione, la percezione dello spettatore dev'essere armonica con lo sviluppo dell'azione, in modo che essa possa essere valorizzata. La costituzione del target della pellicola "portatrice" di product placement è determinante per la buona riuscita della strategia. In tal modo si avranno effetti positivi.

A proposito dell'audience, esso è diversificato e scandito in specifiche fasce. Qual è il vantaggio del product placement rispetto all'audience? Esso è in grado di veicolare la comunicazione aziendale a pubblici specifici, in linea con le prospettive dell'azienda inserzionista.

Il product placement inserito nell'ambito della finzione cinematografica è più "libertino" rispetto a quello della pubblicità tradizionale. E la dimostrazione è confermata soprattutto se si tiene conto delle normative introdotte nel "Monitoraggio della comunicazione commerciale sui servizi di media audiovisivi a diffusione nazionale" redatto dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Il product placement è una particolare strategia di comunicazione aziendale che concede il suo utilizzo con investimenti graduali. È per questo che si caratterizza come una modalità di pubblicità molto flessibile rispetto a quella tradizionale che – invece – è obbligata a certe soglie minime di investimento.
Anche l'esperienza investe un ruolo importante nei vantaggi del product placement. Notare il prodotto inserito nel film, significa associarlo all'esperienza avuta con lo stesso. Se positiva, tanto più lo sarà quella di utilizzo del prodotto.

Grazie ad un unico investimento, si possono raggiungere mercati diversificati, sia nazionali che internazionali. Il risparmio, in quest'ottica è notevole.
Sempre grazie ad un unico investimento si possono ottenere vantaggi in termini di ritorno pubblicitario "a posteriori", specie se si pensa al product placement allargato, per cui la pellicola sulla quale l'azienda ha investito, viene rivista in DVD, Home Video o per mezzo della televisione generalista. Per l'azienda investitrice significa ottenere della pubblicità totalmente gratuita.

Con il product placement una marca può entrare nel mito abbattendo le barriere temporali. Pensiamo al clamoroso caso di "Colazione da Tiffany". Il product placement può creare delle tendenze completamente nuove o "ripristinarne" altre, già archiviate;

Grazie al product placement, i prodotti acquisiscono potenzialità eccezionali, fuori dall'ordinario. In questo modo il brand dell'azienda investitrice avrà un ritorno in termini di rafforzamento dell'immagine del prodotto (è il caso della Fed Ex in "Cast away").

Questo brano è tratto dalla tesi:

Product placement e location placement nell’industria cinematografica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Aida Middea
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Dipartimento di Scienze umane Comunicazione, Formazione, Lettere e Psicologia
  Corso: Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo
  Relatore: Paola Dalla Torre
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 157

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

product placement
location placement
pubblicità
marketing
cinema
brand
cineturismo
film commission
product integration
branded entertaiment

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi