Skip to content

La capacità di regolare le emozioni. Una ricerca sul campo.

Intelligenza emotiva e benessere

Alcuni studi hanno dimostrato che il benessere è strettamente correlato all’intelligenza emotiva. Il saper controllare le emozioni è la chiave del benessere psicologico, in quanto è proprio il rapporto tra emozioni positive e negative che determina tale sensazione di benessere. Si può constatare che, spesso, le emozioni subiscono condizionamenti, in quanto alcuni individui possono reprimerle, mentre altri le lasciano libere di seguire il proprio flusso, soprattutto se si tratta di emozioni tenui.

Il benessere psicologico, sicuramente, è una dote che deve essere stimolata e valorizzata nell’individuo, ma per farlo ci si deve avvalere di competenze ben salde ed efficaci da impartire in contesti singolari, come e soprattutto nelle scuole. “Promuovere il benessere a scuola significa promuovere azioni, tecniche e strategie per trasmettere ai ragazzi competenze necessarie che saranno loro utili anche in futuro”.

L’intervento preventivo deve mirare alla promozione di fattori di protezione, favorendo le condizioni psicologiche ed i meccanismi intrapsichici necessari all’adattamento dell’ambiente e alla gestione delle proprie emozioni. Proprio per questo motivo, assumono un’importanza cruciale i corsi di alfabetizzazione emozionale, i quali possono aiutare la scuola a recuperare l’essenziale presenza di variabili affettive in ogni evento educativo, riconoscendo il ruolo degli affetti nella formazione del sé, nella definizione del carattere, nello sviluppo della personalità, nella conquista di un’identità autonoma e responsabile verso se stessi e gli altri, nelle dinamiche sociali e nell’attribuzione di un senso concreto all’esistenza.

I corsi di alfabetizzazione emozionale, dunque, devono rispondere a problemi specifici dell’adolescenza, quali il fumo, l’abuso di alcool e droghe, gli abbandoni scolastici e gli episodi di violenza e aggressività. I programmi di prevenzione sono efficaci quando insegnano e trasmettono competenze emozionali e sociali importanti, come il controllo degli impulsi e il trovare soluzioni a situazioni sociali difficili.

Nella società attuale è sempre più avvertito il bisogno di introdurre questi corsi di alfabetizzazione emozionale negli istituti scolastici, in quanto questi corsi fanno delle emozioni e della vita sociale vere e proprie materie di insegnamento, cosicché questi aspetti importanti nella vita di tutti i giorni dello studente non vengano più ritenuti come intrusioni non pertinenti né come occasionale materia disciplinare di cui si occupano solo i consigli scolastici. L’apprendimento emozionale è fondamentale per ciascun alunno, anche in presenza di quei contenuti apparentemente banali, che possono comunque instillare le basi per un futuro pieno di valori.

Il tema principale di questi corsi di alfabetizzazione è senz’altro l’intelligenza emotiva e il principale modello di insegnamento di questa abilità sociale è riscontrabile nel programma della Scienza del Sé, che tratta contenuti che fanno riferimento ai componenti dell’intelligenza emotiva e alle abilità fondamentali consigliate per la prevenzione dei pericoli che minacciano i bambini e i ragazzi. Bisogna ripensare le scuole in quanto è in esse che si deve insegnare offrendo l’esempio.

Oggi a moltissimi giovani il contesto familiare non garantisce più un punto di appoggio sicuro nella vita e solamente la scuola si presenta quale istituto a cui tutti possono rivolgersi per correggere le carenze di competenza emozionale e sociale dei ragazzi. L’alfabetizzazione emozionale comporta che il ruolo sociale delle scuole si estenda gradualmente e vada a compensare le deficienze familiari nella socializzazione dei giovani ed è apprezzabile che questa alfabetizzazione venga impartita anche ai genitori, tramite dei corsi speciali, per consentire loro di sapere ciò che viene insegnato ai figli, ma soprattutto di aiutarli a rapportarsi in modo più efficace con la loro vita emotiva.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La capacità di regolare le emozioni. Una ricerca sul campo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Serena Di Meo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Cassino
  Facoltà: Scienze dell'Educazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Filippo Petruccelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi