Skip to content

L' 'allontanamento' dal giudaismo nel Vangelo giovanneo e nell'epistolario paolino

La Vita e la figura di Paolo Di Tarso. Il contesto storico-geografico e culturale

Questa ampia introduzione sarà articolata in due parti: una prima parte di carattere generale con riferimenti alla figura dell'apostolo Paolo di Tarso, alla sua vita, al quadro storico in cui svolge la sua attività missionaria; una seconda parte che, attraverso l'esegesi di alcuni testi, propone un percorso sui temi fondamentali della teologia paolina. Unico manuale di riferimento sarà il libro, scritto a quattro mani, da Fabris e da Romanello.
Seguiranno una serie di paragrafi che avranno per oggetto l'esegesi ed il commento di brani scelti dall'epistolario.
Paolo è noto come l'inventore del cristianesimo, non Gesù. Paolo è un testimone, anche se non oculare, della risurrezione di Gesù. Ha avuto rapporti sia con la cultura ebraica che con quella romana.
Nella Bibbia sono "paoline" 14 lettere, 7 autentiche e 7 non autografe di Paolo, ma di scuola paolina. L'ordine cronologico, che non è quello seguito dalla Bibbia, delle lettere autografe di Paolo, è il seguente:
1. Prima lettera ai Tessalonicesi (è questo il documento più antico di tutto il Nuovo Testamento);
2. Prima lettera ai Corinzi;
3. Seconda lettera ai Corinzi;
4. Lettera ai Filippesi;
5. Lettera a Filemone;
6. Lettera ai Galati;
7. Lettera ai Romani.
Non sono invece di Paolo le altre lettere (ai Colossesi, agli Efesini, la Seconda lettera ai Tessalonicesi, la Prima e la Seconda a Timoteo, la Prima a Tito, la lettera agli Ebrei, quest'ultima addirittura completamente estranea al corpus paolino.
Le fonti sull'esistenza di Paolo si possono distinguere in 3 categorie:
1. Le fonti cristiane canoniche, vale a dire l'Epistolario paolino, il Vangelo di Luca, gli Atti degli Apostoli, che sono più tardivi dei Vangeli; sono autografi di Luca e nella seconda parte degli Atti si parla di Paolo. Il disegno geografico di Luca ha un orizzonte universale, da Gerusalemme ai confini della terra;
2. Le fonti cristiane apocrife, che sono l'Apocalisse di Paolo (III°/IV° sec.), il martirio di Paolo (IV°/V° sec.), le Omelie di Clemente Romano, uno dei primi Padri della Chiesa, ovvero dei primi esponenti della patristica, movimento sorto tra la fine dell'Impero Romano d'Occidente e l'Alto Medioevo.; esiste anche un Epistolario tra Paolo ed il filosofo stoico Seneca, consigliere dello scellerato Nerone, databile al IV° secolo, secondo l'archeologia biblica, in Egitto è stata inoltre trovata, in una biblioteca gnostica, la "Preghiera di Paolo".
3. Le fonti storiche o profane sono costituite, oltre che dalle iscrizioni trovate nelle città visitate da Paolo (Tessalonica, Efeso, ecc.) e da un'iscrizione del proconsole romano Gallione, da Giuseppe Flavio, che si è interessato di storia giudaica e della guerra giudaica, come emerge dai suoi scritti, e da Filone d'Alessandria, autore del I° secolo, del quale ci sono pervenuti commenti biblici, la lettera al folle imperatore romano Caligola (che arrivò a nominare, come è noto, senatore il suo cavallo) e la "Legatio at Gaium", in cui difende la comunità ebraica di Alessandria. […]

Questo brano è tratto dalla tesi:

L' 'allontanamento' dal giudaismo nel Vangelo giovanneo e nell'epistolario paolino

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Martini
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in STORIA ANTICA
Anno: 2015
Docente/Relatore: Bartolomucci Michela
Istituito da: Consorzio Interuniversitario europeo "For.com."
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunità
epistolario
logos
lettere
vangelo
allontanamento
prologo
paolino
verbum
giovanneo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi