Skip to content

Desert Storm - un nuovo tipo di guerra?

L'operazione Instant Thunder

L'operazione Instant Thunder fu la denominazione dell'attacco aereo pianificato dagli Stati Uniti durante la guerra del Golfo. Questa fu pianificata come un attacco in forze che avrebbe dovuto devastare le forze militari e le infrastrutture militari irachene con perdite minime di civili.
L'operazione era concepita in tre fasi. La più breve fu la prima, finalizzata alla "soppressione delle difese" aeree per stabilire il controllo dello spazio aereo iracheno e kuwaitiano, eliminando i radar nemici, tagliando le linee di trasporto utilizzate dall'esercito iracheno e neutralizzando i missili contraerei. La prima fase dell'operazione includeva anche il bombardamento di tutte le postazioni di comando militari e dei siti sospettati di contenere armi chimiche.
La seconda fase era volta a causare forti perdite all’esercito iracheno, assieme alle infrastrutture della nazione. Per conseguire questi obiettivi sarebbero stati bombardati i depositi di armi, le raffinerie, le centrali elettriche ed altre strutture critiche, rendendo impossibile riparare o costruire gli armamenti. Altri bersagli sarebbero stati le infrastrutture civili, come centrali elettriche e linee telefoniche. Infine, la terza ed ultima fase comportava combattimento diretto con le forze irachene. Indebolite dalle prime due fasi, l'esercito di Saddam non avrebbe fornito molta resistenza e avrebbe limitato le perdite della coalizione.
La pianificazione dell'operazione Instant Thunder iniziò il 5 agosto 1990. Quando cominciarono le ostilità il 17 gennaio 1991, le tre fasi si consolidarono nell'operazione Desert Strom, in venne considerata anche un'offensiva di terra.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Desert Storm - un nuovo tipo di guerra?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Riccardo Nucci
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Giuseppe Conti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi