Skip to content

La riemersione del modello contadino come strumento per la lotta all'insicurezza alimentare. La via agroecologica latinoamericana: organizzazione ''campesina'', partecipazione e qualità.

“Food activism” e democrazia del cibo: movimenti contadini transnazionali per la sovranità alimentare

Passando a un livello superiore di organizzazione troviamo i movimenti sociali transnazionali, spesso movimenti contadini, i quali si mobilitano per democratizzare le filiere, rendendo il cibo una risorsa maggiormente accessibile. Il loro è un attivismo teso al cambiamento dei sistemi alimentari mondiali attraverso la trasformazione dei modi di produzione, di distribuzione e di consumo del cibo, attivismo che possiamo chiamare "food activism" (V.Siniscalchi e C. Counihan, 2014).
Il cibo in molte occasioni ha rappresentato la base dell'azione politica e sociale dei movimenti in differenti aree geografiche; il cibo è un potente sibolo di problematiche che possono affliggere la società, un modo per arrivare a parlare di questioni come la "classe" o lo sfruttamento (R.Wilk, 2006, citato in V.Siniscalchi e C. Counihan, 2014, p.4).
L'attivismo sociale si manifesta in diverse forme: ci possono essere atti di resistenza di gruppi di persone escluse dalle scelte in sistemi egemonici; atti di redistribuzione che mirano a un futuro d'equità nella distribuzione delle risorse; azioni sociali radicali per la trasformazione strutturale del sistema(S.Borras et al., 2008).
Il "food activism" si pone in un continuum tra queste forme di militanza, coniugando l'iniziativa spontanea e istituzionale, e l'attivismo individuale con quello collettivo (V.Siniscalchi e C. Counihan, 2014).
Una chiave fondamentale per comprendere in che maniera si porrà in atto questa forma di attivismo, è rappresentata dal comprendere come questi movimenti definiscano, immaginino e promuovano la democrazia come base d'uguaglianza collettiva e di libertà individuale. La democrazia risulta essere l'espressione e la manifestazione delle scelte dei consumatori, della regolamentazione della produzione di cibo, del controllo della distribuzione di alimenti, o di obiettivi d'accesso universale allle risorse (V.Siniscalchi e C. Counihan, 2014).

Questo brano è tratto dalla tesi:

La riemersione del modello contadino come strumento per la lotta all'insicurezza alimentare. La via agroecologica latinoamericana: organizzazione ''campesina'', partecipazione e qualità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Uleri
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Governance e Sistema Globale
  Relatore: Benedetto Meloni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 197

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sviluppo sostenibile
cooperazione
sicurezza alimentare
nuovi mercati
sovranità alimentare
modello contadino
agricoltura in america latina
agroecoolgia
filiere corte
democrazia del cibo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi