Skip to content

Providence et catastrophe: Voltaire vs Rousseau

Le parcours de Voltaire contre l’Optimisme

Le tremblement de terre de Lisbonne eut des répercussions physiques sur le territoire et sur la population mais aussi sur la discussion philosophique qui concerne la relation entre les catastrophes naturelles et la divine providence. Les oeuvres de Voltaire sont le miroir de sa pensée sur le rapport entre Dieu et la providence d’un côté et le Mal et la souffrance sur la terre de l’autre. En partant d’une vision plutôt optimiste qui était très répandue dans le XVIIIe siècle, le philosophe commença à adopter une attitude plus sceptique à l’égard de cette question contre l’idée commune du Tout est bien. En effet, son appartenance au groupe des philosophes de la raison, des philosophes des lumières, peut être considéré comme une preuve de son aptitude à questionner les idées qui étaient enracinées dans les esprits du passé et de sa période. Revenu de l’Angleterre, dans laquelle il avait vécu de 1726 à 1728, il fût un des supporteurs en France des nouvelles idées scientifiques de Newton et Locke et il joua un rôle important pour leur diffusion contre la vision Cartésienne mécanique du monde. Mais en dépit de son ouverture vers les nouvelles découvertes scientifiques, Voltaire n’a jamais exclu l’intervention de Dieu dans le monde, en fait il prit position contre la théorie de John T. Needham selon laquelle les embryons pouvaient être recréés à partir de la matière désorganisée. Mais les événements et les tensions dans l’Europe du milieu du XVIIIe siècle, parmi lesquels la guerre de Succession d’Autriche (1740-1748), la guerre de Sept Ans (1756-1763) et le tremblement de Lisbonne (1755), influencèrent négativement la pensée de Voltaire et de plusieurs intellectuels de la seconde moitié du XVIIIe siècle.
Il est intéressant de suivre et d’examiner le parcours de Voltaire sur le thème du rapport entre le mal et la providence divine à travers ses oeuvres littéraires, en commençant par Micromégas, écrit en 1739 et publié en 1752, jusqu’à Candide, publié en 1759. C’est un parcours qui part d’une vision optimiste de la réalité et d’un Univers parfaitement rangé jusqu’à un scepticisme qui Tout est bien le philosophe à un pessimisme sans solutions, témoigné par la dernière phrase de Candide: «il faut cultiver notre jardin», c’est-à-dire il faut mettre de côté les problèmes métaphysiques qui semblent sans solution et il faut s’occuper de notre vie dans le monde, de ce que l’homme peut changer et améliorer. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Providence et catastrophe: Voltaire vs Rousseau

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rosangela Loiudice
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Massimo Del Pizzo
  Lingua: Francese
  Num. pagine: 68

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

rousseau
voltaire
catastrophe
théodicée
lisbonne
poème sur le désastre de lisbonne
leibnitz
providénce
pope
tout est bien

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi