Skip to content

La Fitodepurazione in Laguna Di Venezia: il Progetto per la Cassa di Colmata A

Gli impianti di fitodepurazione

Le tecniche di fitodepurazione possono esser classificate in base alla prevalente forma di vita delle macrofite che vi vengono utilizzate (flottanti, radicate sommerse, radicate emergenti). I sistemi maggiormente adottati a livello europeo prevedono l'utilizzo delle macrofite emergenti con le quali è possibile realizzare due percorsi verso i quali convogliare l'acqua in depurazione:

* con flusso superficiale in cui l'acqua scorre lentamente sulla superficie di bacini poco profondi;
* con flusso sommerso in cui l'acqua filtra attraverso il substrato opportunamente strutturato senza mai scorrere in superficie.

Se il primo offre la possibilità di riprodurre quanto più possibile la naturalità degli ecosistemi umidi, il secondo amplifica le capacità depurative offrendo con il materiale inerte di riempimento una maggior superficie a contatto con il refluo su cui possono svilupparsi numerose colonie batteriche adese.

Il primo sistema necessita di ampie aree da destinare a bacini il cui impegno di superficie, in funzione di condizioni climatico - ambientali, è misurabile in circa 4 m2/Abitante Equivalente.
Il secondo sistema, in ragione del flusso spinto nel substrato garantisce le stesse rese depurative con circa 1/4 di aree impiegate. Si tratta però di aree più compatte, meno simili alle naturali aree umide e più restrittive nelle scelte delle forme.
Il sistema a flusso sommerso può essere realizzato in due varianti: una prima in cui il refluo attraversa il substrato orizzontalmente, una seconda in cui questo passaggio si effettua per gravità dalla superficie verso il fondo.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La Fitodepurazione in Laguna Di Venezia: il Progetto per la Cassa di Colmata A

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Pasini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura
  Relatore: Gianni Tamino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 84

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

scienze naturali
ecologia
sviluppo sostenibile
natura
fitodepurazione
laguna di venezia
disinquinamento
bioarchittetura
portomarghera
area costiera

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi