Skip to content

Valutazione Del Rischio Lavorativo e Considerazioni Medico Sociali e Preventive

Il rischio lavorativo

Il concetto di rischio può essere inteso in modo diverso. Ci si può riferire alla probabilità del danno,alla entità o alla misura del danno. Si può considerare, inoltre, il rischio di fatalità multiple; il rischio di gruppo; il rischio individuale.
Particolarmente importanti sono: l’evento e le conseguenze. L’evento può essere intensivo (piccolo per estensione), intenso, di breve durata, improvviso, di scarsa predicibilità; pervasivo, di lunga durata, graduale, di più accurata predicibilità.

Questa distinzione, anche se puramente accademica, ha anche delle applicazioni pratiche: a rischi diversi corrispondono diverse misure preventive e di protezione. Un evento che avviene fuori dalle capacità di controllo umane è naturale; se sotto il controllo dell’uomo è accidentale, incidentale, intenzionale. In campo sanitario la causa è l’elemento necessario ma non sufficiente a determinare un certo effetto.
La conseguenza dell’evento pericoloso è il danno che agisce sia sull’uomo che sull’ambiente di vita e di lavoro.

I due ambienti sono strettamente correlati e le misure di prevenzione e protezione della salute devono agire su tutti e due i fronti. La salute è il benessere psiofisico, determinata dal rapporto dell’individuo con il suo ambiente. L’analisi e la determinazione del rischio si sviluppa in varie tappe:
1) identificazione del pericolo: ricerca, screening, diagnosi, valutazioni di probabilità degli eventi;
2) stima del rischio: stima della ricaduta su oggetti e soggetti esposti e stima delle conseguenze sugli stessi;
3) valutazione del rischio: bilancio con altri rischi, rischio-benefici, costi-benefici.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Valutazione Del Rischio Lavorativo e Considerazioni Medico Sociali e Preventive

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Raffaele Salvione
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Medicina e Chirurgia
  Relatore: Walter Nicoletti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

prevenzione
incidenti sul lavoro
inail
inps
roma
vigili del fuoco
la sapienza
medicina sociale
il rischio lavorativo
ispettorato del lavoro

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi