Skip to content

Vertical Farm: perspective of development

The green walls

Starting from the intuition of Patrick Blanc, many architects and garden designers have begun to design vertical gardens (or vegetable walls) in urban areas and suburban, with aesthetic and ecological purposes.

It is necessary first of all to clarify the difference between green walls, that have growing media supported on the face of the wall, and the green facades, that have soil in a container or in ground only at the base of the wall.

There are various system to realize the green walls, which can be indoor or outdoor, of differenet measures and with freestanding supports or attached to an existing wall. They are generally built with modular panels hold by growing media, which can be of different type: shelves, bottles, containers, bags, sacks, or supports as coir fiber, felt mats, semi-open cell polyurethane sheet that are easily handled for maintenance and replacement. From the artisanal point of view are made creative green wall with various media fantasy, giving the green an original tone.

In addition to their high decorative value, the green walls offer several environmental benefits, as they improve the thermal insulation of the building to which they are combined, help to capture the fine dust, reduce noise pollution and glare, as they absorb the sound and light waves.

Species of ornamental plants suitable to be used for green walls change depending on climate and environmental factors in which they are: the most usual are the microthermal (fescue, perennial lolium, poa pratensis etc…) and macrotherm, indicated for warmer climates (such as couch grass), but many others can be chosen according to their color rendering. Suffice to say that Patrick Blanc for Oasis d'Aboukir Paris has used 7,600 plants of 250 different varieties on an area of 25 meters.

Typically they prefer varieties with low maintenance, needing little care and sporadic interventions during the year.
Recently in the major cities it has spread the interest in domestic vertical gardens, which give the possibility to produce vegetables even when you do not have land available. A vertical garden makes it possible to grow plants in quite small places using the height of the outdoor spaces.

There are many plants that we can grow, to be chosen according to the weather conditions: herbs, lettuce, radicchio, arugula, berries, but also kale, cabbage, broccoli, beans, peas, tomatoes, and even melons.
At the Expo 2015 in Milan the United States have realized in their pavilion a vertical garden of the length of a football field and designed by a team of architects led by James Biber.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Vertical Farm: perspective of development

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Franchini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Economia
  Corso: International Business & Development
  Relatore: Paolo Fabbri
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 119

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

idroponica
vertical farm
fattoria verticale
dickson despommier
skyland
acquaponica
acquaponic
areoponica
areoponic
hydroponic

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi