Skip to content

Ruolo, impatto e marketing degli eventi. Il Caso Londra 2012.

Marketing Dei Giochi Olimpici 2012

Le Olimpiadi rappresentano una delle più importanti occasioni di visibilità a livello internazionale per una metropoli, raggiungendo miliardi di persone in tutto il mondo. Per organizzare eventi di questa portata è necessario interpellare numerosi soggetti, gli stakeholders dell’evento, che partecipano all’organizzazione e pianificazione dei Giochi a partire dal loro inizio fino alla loro conclusione. Gli stakeholders relativi ai Giochi Olimpici hanno funzioni diverse e apportano un mix di beni e servizi all’evento, sono sia pubblici che privati e per questo devono esser ben coordinati, relazionarsi e collaborare tra loro all’interno del sistema economico e sociale Olimpico in un ottica di meta-management integrato.

Come già affermato nel capitolo 3 di questo elaborato, gli stakeholders si suddividono principalmente in due gruppi, quelli primari e quelli secondari, nel caso specifico, tra gli Stakeholders primari, si annoverano:
• fornitori;
• lavoratori;
• organizzazioni olimpiche, quali G.O.E., O.D.A., L.O.C.O.G., O.P.L.C.;
• partner e sponsor;
• protagonisti, quali atleti, team tecnico, dirigenti, artisti, ecc;
• spettatori e partecipanti vari non protagonisti;
• volontari.

Tra gli stakeholders secondari si annoverano invece:
- addetti alla comunicazione che promuovono l’evento su varia scala;
- comunità ospitante;
- imprese, aziende e società del luogo che offrono beni e servizi ai protagonisti e partecipanti, quali servizi di ricettività in termini di alloggio, ristorazione, intrattenimento, shopping;
- istituzioni governative e locali, come D.C.M.S., L.D.A., G.L.A., T.F.L. e i singoli quartieri coinvolti nei Giochi, quali Greenwich, Hackney, Newham, Tower Hamlets e Waltham Forest;
- organizzazioni turistiche, che promuovono la città sede dei Giochi quale destinazione turistica;
- servizi pubblici legati ai trasporti, gestiti da T.F.L., National Rail e East Coast, all’igiene e all’emergenza.

Tra gli stakeholders suddetti che hanno dei ruoli nell’organizzazione di eventi, in questo capitolo si analizzeranno i soggetti con compiti e finalità riguardanti il marketing olimpico, ossia i partner e gli sponsor che si aggiungono alla lista dei comitati e organizzatori olimpici già analizzati nel capitolo 4. A questo proposito le strategie di marketing sono interamente controllate e promosse dal C.I.O., i cui obiettivi principali sono:

- assicurare che tutto il mondo, o quasi, possa prendere visione dei Giochi attraverso i vari media ed emittenti televisive selezionate e autorizzate;
- autorizzare sponsor e argomenti pubblicitari, infatti ad esempio non sono permesse promozioni di singoli atleti;
- preservare e promuovere l’immagine e gli ideali Olimpici in tutto il mondo;
- progettare programmi a lungo termine per lo sviluppo delle attività e delle collaborazioni nate in occasione dei Giochi.

Gli sponsor e i partner olimpici sono tutti quei soggetti a cui viene concesso l’utilizzo esclusivo dei diritti artistici ed intellettuali e la commercializzazione del marchio olimpico, in cambio di un apporto di risorse economiche e finanziarie e l’opportunità di promuovere propri prodotti e servizi all’interno del marketing Olimpico. Gli sponsor sono autorizzati ad operare dal C.I.O. attraverso uno specifico accordo, denominato Olympic Partner Programme o TOP Programme, e collaborano con lo stesso durante i quattro anni che precedono e ospitano l’evento sportivo; il TOP Programme ha inoltre lo scopo di eliminare sponsor non autorizzati che promuovono i propri prodotti sfruttando l’evento senza il pagamento di un corrispettivo e il consenso degli organizzatori. I partner e gli sponsor che finanziano i Giochi Olimpici 2012 possono essere suddivisi all’interno di quattro tipologie di società, rispetto alla loro importanza e al grado di partecipazione ai Giochi; partecipano in totale con £ 2 miliardi per l’attuazione dei Giochi.

La prima tipologia di sponsor è costituita dai Worldwide Olympic Partners, ossia partner di importanza mondiale che svolgono questo ruolo nelle edizioni estive e invernali dei Giochi, nonché spesso in altri eventi di particolare rilevanza sullo scenario internazionale, […]

La seconda tipologia di partner è costituita dai London 2012 Olympic Official Partners che intervengono nell’organizzazione dei Giochi in modo minore rispetto ai primi e sono per lo più specifici per l’edizione in questione; […]

La terza tipologia di sponsor–partner riguarda gli London 2012 Olympic Official Supporters, ossia i sostenitori dei Giochi, società minori alle prime due che partecipano all’organizzazione dei Giochi solo in parte; […]

Infine la quarta tipologia di partner comprende le società che partecipano ai Giochi in modo minore, quali London 2012 Olympic Official Providers and Suppliers, quindi fornitori minori e sostenitori, […]

Dalle fonti mediatiche consultate, pare che sia stata efficace la collaborazione e l’attività integrata degli attori durante il periodo Olimpico. Ciò è dovuto probabilmente al fatto che molti partner hanno già avuto esperienza in materia di mega eventi, nonché di Giochi Olimpici nello specifico. È importante ricordare che la contraddizione di sempre basata sulla filosofia alla base di alcuni di questi e non si fonda propriamente sui principi dettati dal C.I.O.: è questo il caso di Coca Cola e Mc Donald’s che forniscono ristoro non decisamente sano all’interno di un evento in cui l’educazione alimentare e la forma fisica hanno un ruolo fondamentale.

Per quanto riguarda strettamente l’edizione 2012, grande successo hanno avuto i partner italiani Technogym e Bravosolution, mentre altrettanto disappunto hanno ricevuto le società Dow Chemical Company, British Petroleum e Rio Tinto, implicate in cospicui disastri ambientali, nonché la società di sicurezza G4S non in grado di provvedere alle sue mansioni. In conclusione, nonostante la maggior parte dei partner sembrano stati scelti dal C.I.O. in modo efficiente e oggettivo, è pur vero che per altri il risultato non è stato tale.

Infatti sebbene l’organismo dovrebbe garantire l’eticità degli sponsor, alcune decisioni prese da parte di questo, non sembrano seguire questa linea: in questi casi dietro le motivazioni che hanno indotto il C.I.O. a compiere determinate scelte potrebbe esserci una matrice illecita legata a corruzione e tangenti, problemi che spesso si riscontrano nella realizzazione di grandi opere. Ad ogni modo oltre al sostegno economico dei partner e degli sponsor, sostenitori e fornitori, ci sono poi altre importanti risorse finanziarie da citare, che riguardano soprattutto il settore del merchandising e delle strategie di revenue per la vendita dei pacchetti turistici collegati alla vendita dei biglietti relativi all’evento.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Ruolo, impatto e marketing degli eventi. Il Caso Londra 2012.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Pellizzon
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Jan Van der Borg
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 182

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

organizzazione
marketing
giochi olimpici
olimpiadi
eventi
londra
2012
silvia
pellizzon
università ca' foscari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi